Polizze su taglia di cani e gatti

Si diffondono e arricchiscono le soluzioni assicurative dedicate agli animali domestici
Dai danni a terzi alle spese mediche: l’offerta è varia
Pagina a cura di Irene Greguoli Venini

Sono 14,5 milioni i cani e i gatti ospitati dalle famiglie italiane e cresce sempre di più la sensibilità verso gli animali domestici. Non per nulla nella Penisola si stanno diffondendo le assicurazioni dedicate agli amici a quattro zampe che non solo coprono gli eventuali danni causati a terzi ma proteggono il cane e il gatto in caso di malattie e infortuni, rimborsando le spese mediche legate agli interventi chirurgici, gli esami e le terapie. Le soluzioni sono diverse: tra gli aspetti cui fare attenzione ci sono le eventuali limitazioni per le razze canine considerate pericolose e per l’età, perché alcune compagnie non assicurano animali troppo giovani o troppo anziani.

Le polizze per gli animali. Secondo un’indagine commissionata dal comparatore online Facile.it a mUp Research e Norstat, sono stati più di 1,7 milioni i proprietari che, nel corso dello scorso anno, hanno scelto di tutelare il proprio animale domestico con una polizza.
Si tratta di prodotti pensati non solo per coprire danni causati a terzi, ma anche per proteggere l’animale stesso, rimborsando eventuali spese veterinarie sostenute per curarlo a seguito di una malattia o di un infortunio. L’assicurazione di base di solito include i danni di responsabilità civile provocati a terzi, quali la morte, il ferimento o altre lesioni personali e il danneggiamento di oggetti. Le proposte delle compagnie però spesso si ampliano comprendendo per esempio anche l’assistenza sanitaria nel caso in cui l’animale abbia bisogno di cure o se serve una consulenza legale specifica: i proprietari di cani o gatti che scelgono di sottoscrivere questo genere di polizza potranno dunque chiedere il rimborso delle spese veterinarie sostenute, l’assistenza di esperti e rivolgersi ai centri veterinari segnalati dalla compagnia scelta; alcune polizze coprono anche il servizio di ricerca di un animale smarrito.
In tutto ciò c’è da tenere presente che le compagnie sono libere di fissare delle franchigie e dei limiti di età del quadrupede.
Esaminando in concreto i costi da affrontare, si stima che assicurare un cane per la sola responsabilità civile abbia un prezzo medio che parte da circa 65 euro l’anno: con questo importo è possibile avere un rimborso di tutti i danni causati dall’animale a terzi, siano essi persone, altri animali o beni, anche quando l’animale viene affidato a una persona esterna al nucleo familiare, come per esempio un dog sitter. Senza dimenticare che è possibile che vengano applicate condizioni diverse per alcune razze specifiche per quanto riguarda i cani, come per esempio Pitbull, Rottweiler e Dogo argentino, chiedendo un sovrapprezzo, applicando franchigie più elevate o, addirittura, decidendo di non assicurare l’animale.
Per assicurare un gatto da eventuali danni a terzi, invece, l’importo è più contenuto: sono sufficienti, in media, 45 euro l’anno, ma la polizza è valida solo se il felino è ospitato continuativamente presso l’abitazione del proprietario.
Un’altra discriminante da tenere in considerazione è l’età: molte compagnie non assicurano cani e gatti con meno di 3 mesi di vita o più di 9 anni, anche se in alcuni casi è consentito rinnovare la polizza oltre il limite massimo indicato a patto che l’animale sia già assicurato da almeno tre anni.
Considerando invece le soluzioni che consentono di ottenere un indennizzo di ciò che si è speso per le cure mediche e gli interventi chirurgici, il costo medio parte da circa 100 euro l’anno, ma alcune compagnie potrebbero applicare tariffe maggiorate per i gatti e far salire il prezzo anche del 20% rispetto a quanto richiesto per un cane.
Alcuni prodotti presenti sul mercato includono anche un servizio di assistenza: per esempio la consulenza telefonica di un veterinario, il consulto di un nutrizionista specializzato, l’invio di generi alimentari o di prima necessità per la cura del proprio animale domestico, ma anche l’intervento di un dog sitter nei casi in cui il padrone, a seguito di un infortunio o di una malattia, si trovasse nell’impossibilità di accudirlo.
Ci sono poi delle realtà che puntano sull’innovazione tecnologica, offrendo per esempio un geolocalizzatore da allacciare al collare del quadrupede, in modo da poter monitorare i suoi spostamenti, ricevere un messaggio di allarme qualora dovesse allontanarsi da casa e individuarlo se si dovesse smarrire.
Non bisogna dimenticare che è necessario che il cane o il gatto sia iscritto all’anagrafe, dotato di microchip (o tatuaggio), di libretto sanitario e regolarmente vaccinato; chiaramente non sono coperti i danni causati o subiti dall’animale in caso di impiego in attività proibite dalla legge, oltre che per le attività di carattere professionale.

Alcune delle soluzioni assicurative sul mercato. Sempre più compagnie offrono prodotti specifici. Per esempio c’è Allianz PetCare, che propone Protezione Completa (con un prezzo mensile di 18 euro per il cane e 10 per il gatto), che prevede il rimborso delle spese veterinarie dovute a un ricovero con e senza intervento chirurgico, comprese quelle sostenute nei 40 giorni prima e dopo il ricovero. In più, risarcisce visite, esami, fisioterapia, agopuntura e osteopatia anche in assenza di ricovero in caso di infortunio o malattia, e protegge dai danni a persone, altri animali o cose. Oltre a questa possibilità ci sono altre tre formule più economiche: Interventi chirurgici e danni a terzi con una spesa mensile di 16 euro per il cane e 9 per un micio, Globale spese veterinarie (13 euro mensili per un cane e 7 euro per un gatto), e Interventi chirurgici (10 euro per un cane e 6 per un gatto).
Per queste polizze è disponibile l’app AllianzNow, che consente per esempio di sapere le protezioni incluse e richiedere assistenza e che può essere condivisa con chi si occupa del proprio amico a quattro zampe in modo che possa gestire la denuncia del sinistro e la richiesta di risarcimento.
Un’altra soluzione è ConFido di Axa: c’è un prodotto che si chiama Rc cani e gatti plus, con un massimale da un milione di euro, che protegge tutte le razze canine, oltre ai gatti, se causano lesioni o danni involontari ad altre persone, ai loro animali o alle loro cose; la protezione è valida anche se l’animale viene affidato a una persona esterna come collaboratori domestici e dog sitter. Poi c’è la formula Tutela medica e sanitaria (il capitale assicurato è di mille o 1.500 euro) che copre le spese sostenute per gli interventi chirurgici derivanti da infortunio o malattia (sono esclusi quindi quelli a scopo estetico); la copertura è valida fino a 30 giorni prima e dopo l’intervento, anche per le spese pre e post operatorie come visite, esami, la fisioterapia e la rieducazione. Inoltre si ha diritto a un contributo fino a 25 euro al giorno per sostenere i costi del ricovero per i primi 5 giorni. C’è da tenere presente che il rimborso delle spese mediche vale per gli animali di età compresa tra 6 mesi e 10 anni. Oltre a queste due opzioni c’è anche la tutela legale.
Poi c’è Rendimax assicurazioni che propone, a partire da 23 euro al mese, la polizza Su la zampa Top, che comprende le spese veterinarie, danni a persone e cose, coprendo anche i costi a seguito del ritrovamento di un animale smarrito; in più viene consegnato in omaggio dalla compagnia Kippy Vita, un geolocalizzatore da mettere sull’animale in modo da non perderlo.
Un’altra opzione è Fidel che offre il rimborso degli importi pagati per questioni mediche fino a 8 mila euro anche senza intervento chirurgico, un supporto telefonico 24 ore su 24 tutti i giorni, la tutela legale, il risarcimento dei danni causati involontariamente a terzi fino a 500 mila euro.
Oppure c’è Yolo, che ha due pacchetti dedicati agli animali domestici (si rinnovano in maniera automatica di mese in mese, ma è possibile disdire in qualsiasi momento online): MiFido Silver che, con 8 euro mensili, copre le spese mediche in caso di intervento chirurgico e anche quelle non legate a un’operazione (per esempio esami, analisi, trattamenti fisioterapici e rieducativi), gli eventuali costi della sepoltura e quelli connessi alla ricerca se l’animale si perde; con la formula Gold, per 13 euro al mese, a tutto ciò si aggiungono anche la responsabilità civile e la tutela legale. È bene sapere che dall’assicurazione sono escluse le razze considerate pericolose per il rimborso delle spese veterinarie dovute a un infortunio, e che l’età del cane o del gatto deve essere compresa fra 6 mesi e 8 anni.
© Riproduzione riservata

Fonte:
logoitalia oggi7