Generali RE vende un asset a Trieste per 10 mln

di Manuel Follis

Generali Real Estate trova un nuovo proprietario per i negozi Conad e Ovs situati nell’immobile di via XX Settembre a Trieste, di proprietà del fondo Scarlatti (gestito da Generali Real Estate). L’operazione è stata assistita come disposal agent da JLL, azienda tra i leader nei servizi professionali nel settore immobiliare e nella gestione degli investimenti. L’acquirente dell’asset è Corum XL SCPI (fondo gestito dal gruppo francese Corum Asset Management), che, secondo indiscrezioni, dovrebbe avere messo sul piatto una cifra poco superiore a 10 milioni. La procedura ha previsto un processo di vendita formale, indirizzato a una vasta gamma di potenziali investitori, a seguito di un progetto di riqualificazione e di re-leasing che è durato quattro mesi. L’immobile è attualmente locato a marchi come Ovs e Conad e si trova in una delle vie commerciali più importanti della città. Generali è stata assistita dal team di JLL che fa capo a Oriana Bezze (head of retail Capital Markets di JLL Italia e l’operazione conferma l’interesse degli investitori nel comparto high street, anche nelle location secondarie, quando il sottostante sono asset caratterizzati da solidi fondamentali, buon posizionamento e occupati da brand riconosciuti che garantiscono una tenancy sicura e di lungo periodo. Generali Real Estate è una delle principali società di asset management immobiliare nel mondo, con circa 30 miliardi di attivi a fine 2018 mentre Corum Asset Management è una società di gestione indipendente, le cui attività sono state approvate nel 2011 dall’autorità francese Amf (Autorités des Marchés Financiers) e che gestisce un portafoglio immobiliare paneuropeo del valore di oltre 2 miliardi. Nell’operazione hanno agito come advisor oltre a JLL, che ha seguito l’operazione come agente della proprietà in partnership con De Faveri & Partners, boutique firm specializzata nella valorizzazione strategica, anche Legance, Dla Piper e Arcadis Italia. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf