Anima frenata da fee d’incentivo

Anima ha approvato i risultati consolidati per il primo semestre 2019. La raccolta netta del gruppo nel primo semestre è stata negativa per 0,5 miliardi escluse le deleghe assicurative di ramo I; il totale delle masse gestite a fine semestre è di 180,6 miliardi, +4% rispetto a fine dicembre. Le commissioni nette di gestione hanno raggiunto 141,1 milioni (+1%); quelle di incentivo sono state pari a 9,6 milioni (18 milioni nel primo semestre 18). I ricavi totali si sono attestati a 162,5 milioni (-4% sul primo semestre 2018, interamente attribuibile al minor contributo delle commissioni di incentivo). L’utile netto normalizzato è stato 79 milioni (-9%). L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno è di 328,3 milioni. «Chiudiamo il semestre con masse gestite per oltre 180 miliardi, valore più alto mai raggiunto dal gruppo», commenta l’ad Marco Carreri. «Riteniamo di poter evidenziare una ripresa anche per quanto riguarda i flussi commerciali grazie a un miglioramento della componente retail e assicurativa di Ramo III». (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf