San Francisco prima città USA a spingere le assicurazioni a non assicurare carbone e sabbie bituminose

Il San Francisco Board of Supervisors  ha chiesto alle compagnie di assicurazione di non assicurare e investire in combustibili fossili, citando la necessità di affrontare le conseguenze del cambiamento climatico e dell’inquinamento Toll sulla salute e l’economia del paese.

La risoluzione, approvata all’unanimità dal consiglio delle autorità di vigilanza di San Francisco, sollecita la città di San Francisco ad annullare qualsiasi rapporto con assicuratori che assicurano o investono in sabbie bituminose, carbone o altri tipi di energia non ecologica.

Come in molte zone del paese, la Bay Area sta già avvertendo gli impatti dei cambiamenti climatici, dagli incendi agli innalzamenti del livello del mare.

I 40 maggiori assicuratori degli Stati Uniti detengono complessivamente 450 miliardi di dollari in società del settore del carbone, del petrolio, del gas e dell’elettricità. Le compagnie di assicurazione degli Stati Uniti giocano un ruolo critico nell’assicurare centrali a carbone, sabbie bituminose, oleodotti e altre infrastrutture a combustibili fossili che producono da decenni energia sporca, costosa  e che accelera il cambiamento climatico.

Nel frattempo, le compagnie di assicurazione stanno abbandonando le comunità che sono a rischio di catastrofi climatiche, non rinnovando le polizze abitazione nelle aree a rischio incendio.

L’anno scorso, gli incendi boschivi della California del Nord hanno causato $ 9 miliardi di risarcimenti assicurativi, e la stagione degli uragani è stata la più costosa di sempre, accumulando oltre $ 200 miliardi di danni.

Le compagnie di assicurazione, specialmente in Europa, stanno già rispondendo a questa minaccia. Dal 2015, 17 grandi assicuratori hanno disinvestito circa $ 30 miliardi dalle compagnie del carbone. Inoltre, cinque dei più grandi assicuratori hanno interrotto o limitato l’assicurazione del carbone, e due di loro hanno smesso di assicurare nuovi progetti di sabbie bituminose. Ad oggi, nessun importante assicuratore statunitense ha intrapreso azioni simili.