RCA: Ania studia la polizza con i costi legati allo stile guida

In un futuro prossimo l’assicurazione RCA non sarà più solo legata al veicolo, ma anche al guidatore.

Lo ha annunciato Maria Bianca Farina, presidente dell’ANIA, nel corso di una tavola rotonda all’assemblea annuale dell’associazione. “E’ l’istant insurance e partiamo nella sperimentazione con il car sharing. Ci sarà un’assicurazione di base sull’auto e poi il conducente dell’auto noleggiata, collegata alla scatola nera, al termine del noleggio pagherà per il tempo dell’utilizzo e per come l’ha guidata”.

Premiare i guidatori virtuosi grazie alla tecnologia è il sistema che consentirà di mandare in soffitta l’obsoleto ‘bonus malus’ non più apprezzato dalle compagnie. La sperimentazione coinvolgerà un gruppo di assicurazioni del ramo danni e le società di car sharing.

“L’Ivass ci segue” ha detto Farina parlando accanto al presidente dell’Autorità di vigilanza Salvatore Rossi.