Mps lancia una polizza legata ai Pir

di Paola Valentini
Rafforzare le relazioni con i clienti. Dopo che da qualche mese Banca Mps si è rimessa in carreggiata, come testimoniano i dati sulla raccolta di marzo, il gruppo senese guarda avanti, ampliando la gamma degli strumenti legati ai Pir, i piani di risparmio esentasse, con l’obiettivo di consolidare ulteriormente i rapporti con il retail.

“Le ultime notizie non hanno fatto che accelerare un percorso virtuoso avviato da febbraio”, afferma Lodovico Mazzolin, responsabile direzione retail di Banca Monte dei Paschi di Siena, “ e ora proprio soluzioni come i Pir ci permettono di proseguire su questa strada di crescita”.

La novita è una polizza unit linked, sviluppata da Axa , il partner del gruppo senese nel mercato assicurativo. Il prodotto arriva a tre mesi dall’ingresso di Banca Mps nel mercato dei Pir: il dossier titoli lanciato a fine aprile e dedicato al fondo Anima Crescita Italia ha ottenuto una raccolta di oltre 300 milioni.

La nuova polizza si chiana Unit Multifondo Italia-Pir ed è proposta da Axa Mps Financial. “La soluzione si caratterizza per l’alta flessibilità, che consente al cliente di costruire il proprio portafoglio scegliendo uno o più dei tre nuovi fondi interni disponibili”, spiega Mazzolin, “ con la possibilità di modificare la strategia variando la ripartizione degli investimenti sui diversi fondi disponibili senza perdere il beneficio fiscale offerto dal Pir”. Presente anche una copertura caso morte fino a un massimo del 10% del controvalore di polizza.

“La polizza abbina i vantaggi fiscali tipici dello strumento pir con la flessibilità e la personalizzazione offerti dal veicolo assicurativo. Inoltre avvicina il risparmiatore italiano alle piccole e medie imprese nazionali”, aggiunge Mazzolin.

L’intenzione di Banca Mps per i prossimi mesi è arricchire ancora la gamma di prodotti Pir compliant “con un focus sui fondi e le polizze per permettere ai clienti di avere un’adeguata diversificazione”, aggiunge Mazzolin. D’altra parte la richiesta non manca. “C’è un’ottima domanda per questi strumenti anche perché le agevolazioni fiscali e il profilo di investimenti a medio termine sono elementi che riusciamo a spiegare facilmente ai risparmiatori grazie ai servizi di consulenza finanziaria, Mps Advice”, conclude Mazzolin.

Fonte: logo_mf