Come funziona la rete di controlli interni

di Carlo Giuro
La governance della previdenza complementare è tema di particolare rilevanza soprattutto con riferimento alle adesioni su base collettiva. I fondi pensione chiusi, essendo soggetti giuridici autonomi, sono dotati di organi di amministrazione e controllo interni vale a dire cda, collegio sindacale, assemblea dei delegati. La composizione degli organi di amministrazione e di controllo deve rispettare il criterio della partecipazione paritetica di rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro. I componenti dei primi organi collegiali sono nominati in sede di atto costitutivo. Per la successiva individuazione dei rappresentanti dei lavoratori è previsto il metodo elettivo secondo modalità e criteri definiti dalle fonti costitutive. I fondi pensione aperti che prevedano la possibilità di adesione collettiva devono istituire invece un Organismo di sorveglianza (disciplinato dalla Deliberazione Covip del 28 ottobre 2009). Si prevede che sia composto da due membri effettivi designati dalla società che esercita l’attività del fondo pensione e che sia inoltre integrato, in presenza di adesioni collettive che abbiano comportato l’iscrizione di almeno 500 lavoratori appartenenti ad una singola azienda o gruppo, con la nomina di ulteriori due componenti per ciascuna azienda o gruppo, uno in rappresentanza dell’azienda o gruppo e l’altro in rappresentanza dei lavoratori. Per evitare in ogni modo la creazione di organismi eccessivamente pletorici è stata fissata in 12 unità la soglia massima complessiva dei componenti dello stesso. Le procedure di designazione e le fattispecie di revoca e decadenza dei rappresentanti delle aziende e dei lavoratori sono rimesse all’autonomia delle collettività di riferimento anche per quel che concerne la remunerazione. I componenti dell’organismo così formato restano in carica per un triennio e scadono contestualmente. Quali sono i compiti dell’Organismo di sorveglianza? L’Organismo ha il compito di rappresentare gli interessi di tutti gli aderenti e verifica che l’amministrazione e la gestione del fondo avvenga nell’esclusivo interesse degli stessi. Le irregolarità possono essere segnalate alla Covip. (riproduzione riservata)
Fonte: