Credem punta a 700 consulenti

di Antonio Lusardi
La rete di consulenti finanziari di Credito Emiliano a fine maggio ha superato i 6 miliardi di euro di masse totali. Sono ora tre gli obiettivi per la fine del 2018: arrivare a 7 miliardi di gestito; reclutare 120 nuovi consulenti (per arrivare a un totale di 700) e aprire dieci nuovi negozi. Il gruppo emiliano ha anche nominato Moris Franzoni come nuovo responsabile della rete dei consulenti finanziari. Franzoni, in Credem da 25 anni, riferirà a Matteo Benetti, Coordinatore delle Reti di Private Banking e Consulenza Finanziaria dell’istituto emiliano. Tra i suoi compiti ci sarà quello di dare seguito alla prestazione di questi primi mesi del 2017, che hanno visto l’ingresso nella rete Credem di 30 nuovi consulenti finanziari e una raccolta netta di circa 300 milioni di euro. «L’obiettivo è ora una crescita della nostra rete, sia quantitativa che qualitativa», ha spiegato Benetti a MF-Milano Finanza, «con qualità dei singoli consulenti non intendiamo solo il volume medio di asset in gestione, ma la capacità di seguire il cliente in tutte le sue necessità finanziarie, non solo nella costruzione del portafoglio. Con Mifid 2 alle porte consideriamo un vantaggio avere una rete di promotori che possono offrire alla clientela tutti i prodotti del nostro gruppo: dai mutui al leasing al factoring, alla consulenza sull’immobiliare». Un percorso che rende necessaria un’attività di formazione dei consulenti: «Abbiamo dato il via da tempo a un programma gratuito di training dei promotori», conclude Benetti, «in modo che possano identificare le necessità dei clienti e indirizzarli verso i prodotti e i consulenti più adatti nella nostra struttura». Sempre nella giornata di ieri il gruppo emiliano ha portato a termine un’operazione di finanziamento collocando obbligazioni subordinate Tier 2 per 100 milioni di euro. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf