CeTif: il 50% delle Fintech italiane ha già avviato collaborazioni con Istituzioni finanziarie

Fintech Lighthouse, Il programma annuale di ricerca di CeTIF dedicato al mondo Fintech,realizzato in collaborazione con IBM, ha mostrato come il 50% delle Fintech italiane ha già avviato collaborazioni con Istituzioni finanziarie.

Il Fintech Lighthouse Program di CeTIF ha l’obiettivo di diffondere tra le Banche e le Compagnie di Assicurazione del network la portata disruptive di questo ecosistema.

L’obiettivo del progetto non è solo mostrare modelli di business innovativi ma anche stimolare conseguenti sinergie: “Un rapporto Fintech/Istituzioni di tipo collaborativo è sicuramente quello che premia maggiormente tutti i soggetti coinvolti, compresi i consumatori stessi”, sottolinea Clelia Maria Tosi, Senior Research Manager di CeTIF. “Tanto per le Istituzioni quanto per le Fintech, reciproche partnership o collaborazioni attivano strategie convenienti nel lungo periodo e procurano vantaggi rilevanti per entrambi i mondi.”

Il Fintech Lighthouse Program si è concentrato, nella sua prima fase, sugli ambiti Payments e Wealth Management, quelli i cui revenue, per il mondo bancario tradizionale, sono messi maggiormente a rischio dall’avvento delle Fintech. CeTIF, in collaborazione con IBM, ha esaminato un campione di 95 Fintech italiane in early stage.

Quelle con le migliori qualità e sostenibilità del Business Model e capacità innovativa sono state poi presentate alle Istituzioni Finanziarie e alle aziende interessate durante gli Scouting Meeting.

Dagli esiti della ricerca, presentati il 13 luglio durante il Fintech Outlook, è possibile concludere che questa evoluzione del mercato non rappresenta una minaccia, ma un’opportunità, come testimoniato anche dal fatto che il 50% delle Fintech esaminate ha già avviato collaborazioni con Istituzioni finanziarie.

Lo scenario futuro di maggior valore per il settore dei servizi finanziari è un ecosistema in cui Fintech e banche collaborano per soddisfare le necessità dei clienti.” – ha dichiarato Federico Mattei, Innovation and Technical Leader Financial Services IBM Italia – “Per poterlo realizzare bisognerà però costruire una piattaforma tecnologica che integri la rapidità di sviluppo delle Fintech con la solidità e la sicurezza degli applicativi bancari.

La cosiddetta Fintegration diventa quindi una soluzione eccellente per il sistema Finanziario tradizionale, tanto per rispondere alle innovazioni e agli stimoli esterni quanto per innovare il proprio business, a patto che le Istituzioni Finanziarie e le aziende operanti nel settore si preparino ad un cambiamento culturale importante.

Il Fintech Lighthouse Program rappresenta la cornice al cui interno questo cambiamento può compiersi,  grazie al supporto dedicato sia alle Fintech che alle Istituzioni nell’attivare una relazione proficua e nello sviluppo di sinergie che sfruttino i fattori distintivi dell’uno e dell’altro paradigma.