Recesso in caso di sinistro

IL VOSTRO QUESITO

Lavoro presso una società di brokeraggio come consulente assicurativo, chiedo informazione per conto di un cliente spiegandole di seguito l’accaduto.
Aveva una polizza incendio della casa con X assicurazioni, durata annuale in tacito rinnovo, scadenza 17/07/2015 importo 287.50 euro; ha avuto un sinistro liquidato in data 17/06/2015 … ha inviato disdetta della polizza in data 07/07/2015 avendone diritto entro 60 giorni dalla liquidazione del danno.
La compagnia ha risposto in data 09/07/2015, scrivendo che non accettava la disdetta perchè non pervenuta entro i 30 giorni dalla ricorrenza annuale della polizza.
La cliente non l’ha pagata e in data 11/01/2016 ha ricevuto il sollecito di pagamento dalla Credit Network & Finance per un importo di 300,50 euro (comprensivo di interessi).
Nelle condizioni di polizza, all’art 95 “Recesso in caso di sinistro”, c’è scritto:
“Dopo ogni sinistro denunciato a termini di polizza e fino al 60° giorno dal pagamento o rifiuto dell’indennizzo, le parti, mediante lettera raccomandata, possono recedere dall’assicurazione con preavviso di 30 giorni.
In caso di recesso esercitato dalla compagnia, quest’ ultima, entro 15 giorni dalla data di efficacia del recesso, rimborsa la parte di premio, al netto dell’ imposta, relativa al periodo di rischio non corso.
Vorrei sapere se c’è una soluzione per evitare il pagamento del premio anche perchè il cliente ha già stipulato un’altra polizza assicurativa con altra compagnia.

L’ESPERTO RISPONDE

Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio L'Esperto Risponde"

Attenzione: dal 31/12/2018 l'abbonamento "Quotidiano", che consentiva l'accesso all'archivio di risposte di tutti i quesiti posti dai nostri lettori, non è più disponibile.