Contratto con clausola di recesso per sinistro

IL VOSTRO QUESITO

Devo acquisire un nuovo cliente il quale si trova contrattualmente nella seguente situazione. Ha stipulato l’11/02/2015, con durata e rateazione annuale, un contratto a tutela della sua azienda e nel mese di marzo 2015 ha subito un furto di circa 43.000 (il contratto prevedeva somma PRA 80.000 euro). Dopo un anno dall’accaduto  la compagnia offre solo 16.000 euro di risarcimento senza palesi motivazioni contrattuali che giustificassero tale offerta.
L’azienda alla scadenza annuale fissata il 28/02/2016 decide di non pagare premio, ci interpella per avere preventivo e trasferire il pacchetto assicurativo alla nostra agenzia.
Ora, considerando che il contratto prevede la clausola di recesso per sinistro per entrambi le parti e il potenziale cliente non ha pagato il premio annuale, il nostro quesito è il seguente:
Attivando la clausola di recesso con preavviso di 30 giorni, il potenziale cliente dovrà pagare il premio per il periodo che intercorre tra la scadenza del 28/02/2016 e il 30° giorno di preavviso? o dovrà pagare l’intero premio per il  periodo assicurativo in corso come recita l’art. 1901 comma 3 del cc?

L’ESPERTO RISPONDE

Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio L'Esperto Risponde"

Attenzione: dal 31/12/2018 l'abbonamento "Quotidiano", che consentiva l'accesso all'archivio di risposte di tutti i quesiti posti dai nostri lettori, non è più disponibile.