Nuovo bisogno assicurativo: per l’Anac i membri delle commissioni di gara dovranno essere obbligatoriamente assicurati

Estensione anche per i dipendenti pubblici: debole il rischio delle cd “perdite patrimoniali”;  più forte la necessità di una copertura per i danni erariali davanti alla Corte dei Conti

per saperne di più iscriviti alla video di mercoledi 20 luglio 2016 dalle 11 alle 13

http://appaltieassicurazioni.it/formazione/

di Sonia Lazzini

Autorità Nazionale Anticorruzione – Linee guida

Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici

Relazione AIR

Premessa

Il presente documento, redatto in base all’art. 8 del Regolamento recante «Disciplina dell’analisi di impatto della regolamentazione (AIR) e della verifica dell’impatto della regolamentazione (VIR)» (di seguito, “Regolamento AIR”) descrive il contesto normativo,  le  motivazioni,  gli  obiettivi  e  le  fasi  del procedimento  che  hanno  condotto  all’adozione  delle    Linee  guida  recanti  «Criteri  di  scelta  dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni  giudicatrici», dando evidenza delle ragioni che hanno guidato l’Autorità nell’adozione di alcune scelte di fondo, soprattutto con riferimento alle più significative osservazioni formulate in sede  di consultazione.

(…)

In merito alle critiche relative alla scelta di una commissione giudicatrice esterna, si rappresenta, come già evidenziato per le osservazioni in premessa, che le scelte del legislatore non possono essere revocate o modificate dall’ANAC nelle proprie linee guida. L’Autorità nelle linee guida ha, peraltro, previsto che gli  esperti  debbano  essere  dotati  di  una  polizza  di  responsabilità  civile  che  copra  le  conseguenze derivanti da errori in fase di valutazione delle offerte ; ciò consente di superare una delle ragioni relative alla perplessità circa l’individuazione di una commissione esterna alla stazione appaltante.

LINEE GUIDA:

(…)

I  professionisti  esercenti  professioni  regolamentate  per  poter  essere  iscritti nell’Albo  devono dimostrare di possedere i seguenti requisiti:

a) iscrizione all’ordine o collegio professionale di  appartenenza da  almeno  5  anni  o nel  caso  di affidamenti di particolare complessità 10 anni

b) rispetto degli obblighi formativi di cui all’art. 7 del d.P.R. 7 agosto 2012, n. 137

c) assenza di sanzioni  disciplinari (censura  o sospensione ) comminati dall’ordine o dal collegio ell’ultimo triennio o della sanzione della cancellazione

d) regolarità degli obblighi previdenziali

e) possesso della copertura  assicurativa  obbligatoria di cui all’art. 5 del  P.R.  7  agosto  2012,  n. 137

f) aver svolto , nell’ultimo triennio, almeno 3  incarichi  o ,  nel  caso  di  affidamenti  di  particolare  complessità, 5 incarichi nel settore per cui si chiede l’iscrizione. Rientrano tra gli incarichi  oggetto   di   valutazione,  oltre  a  quelli  tipici  dell’attività  svolta, l’aver  svolto funzioni   di responsabile  unico  del  procedimento,  commissario  di  gara,  direttore  dei  lavori  o  direttore dell’esecuzione. È valutabile tra gli incarichi l’aver conseguito un titolo di formazione specifica master, dottorato, Phd)  nelle materie relative alla contrattualistica pubblica.

2.4
I professionisti la cui attività non è assoggettata all’obbligo di iscrizione in ordini o collegi devono dimostrare di possede re i seguenti requisiti:

a) eventuale iscrizione a un’associazione professionale di cui all’art. 2, comma 1, della legge 14 gennaio 2013, n. 4 o abilitazione all’esercizio di professioni non regolamentate da almeno 5 anni o , nel caso di  affidamenti  di  partico lare  complessità ,10  .  In  assenza  di  abilitazione  o  iscrizione  a  un’associazione  professionale,  documentazione  attestante  lo  svolgimento dell’attività professionale per un periodo pari a quello di cui al periodo precedente;

b) eventuale assolvimento della formazione permanente di cui all’art. 2, comma 2, della legge 14 gennaio 2013, n. 4;

c) in caso di iscrizione a un’associazione professionale , assenza di sanzioni disciplinari (censura o sospensione) comminati  dalla stessa nell’ultimo triennio o della sanzione della cancellazione;

d) certificato di conformità alla norma tecnica UNI per la singola professione , laddove prevista, ai sensi de ll’art. 2, comma 1, della legge 14 gennaio 2013, n. 4;

e) regolarità degli obblighi previdenziali;

f) possesso di una copertura  assicurativa che  copra i danni che possono derivare dall’attività di commissario di gara;

g) aver svolto almeno  3 incarichi  o,  nel  caso  di  affidamenti  di  particolare complessità, 5  incarichi  nel settore per cui si chie de l’iscrizione.

Rientrano tra gli incarichi oggetto di valutazione, oltre a quelli tipici dell’attività svolta, l’aver svolto funzioni di responsabile unico del procedimento,  commissario di gara, direttore dei lavori o direttore dell’esecuzione. È valutabile tra gli incarichi l’aver conseguito un titolo di formazione specifica (master, dottorato, Phd) nelle materie relative alla contrattualistica pubblica

2.5

I dipendenti pubblici possono essere iscritti se dimostrano di possedere i requisiti di cui ai pu nti 2.3 o 2.4. In alternativa i dipendenti pubblici devono dimostrare di possedere i seguenti requisiti:

a) essere alla dipendenze  di  una  pubblica  amministrazione  da  almeno  5  anni  o ,  nel  caso  di affidamenti  di  particolare  complessità, da  almeno  10  anni  e aver e un  titolo  di  studio  pari  ad almeno alla laura magistrale, o al diploma di laurea secondo il vecchio ordinamento;

b) abilitazione all’esercizio dell’attività professionale laddove prevista;

c) assenza di sanzioni  disciplinari  (sospensione  del  servizio  e  della  retribuzione o sanzione conservativa  intermedia )  comminata  nell’ultimo  triennio, di  procedimenti  disciplinari  per infrazioni di maggiore gravità in corso, o della sanzione del licenziamento;

d) possesso di una  copertura  assicurativa  che  copra i  danni  che  posso no derivare dall’attività di commissario di gara;

e) aver  svolto  almeno  3 incarichi  o,  nel  caso  di  affidamenti  di  particolare complessità, 5  incarichi nel settore per cui si chiede l’iscrizione.

Rientrano tra gli incarichi oggetto di valutazione, oltre a quelli tipici dell’attività svolta, l’aver svolto funzioni di responsabile unico del procedimento, commissario di gara, direttore dei lavori o direttore dell’esecuzione. È valutabile tra gli incarichi l’aver conseguito un titolo di formazione specifica (master, dottorato, Phd) nelle materie relative alla contrattualistica pubblica.

2.6

I professori ordinari, professori associati, ricercatori delle Università italiane e posizioni assimilate possono  essere  iscritti  se  dimostrano  di  possedere  i  requisiti  di  cui  ai  punti  2.3,  2.4  o  2.5.  In alternativa devono dimostrare di possedere i seguenti requisiti:

a) svolgere la propria attività nel settore di riferimento da almeno 5 anni o , nel caso di affidamenti di particolare complessità, da almeno 10 anni;

b) assenza di sanzioni  disciplinari (censura  o  sanzione  con  efficacia  sospensiva)  comminata nell’ultimo triennio, di procedimenti disciplinari per infrazioni di maggiore gravità in corso, o della sanzione con efficacia sospensiva;

c) possesso di una  copertura  assicurativa che copre i danni che possono derivare dall’attività di commissario di gara;

d) aver svolto almeno  3 incarichi  o,  nel  caso  di  affidamenti  di  particolare complessità, 5  incarichi nel settore per cui si chiede l’iscrizione.

Rientrano tra gli incarichi oggetto di valutazione, oltre a quelli tipici dell’attività svolta, l’aver svolto funzioni di responsabile unico del procedimento, commissario di gara, direttore dei lavori o direttore dell’esecuzione. È valutabile tra gli incarichi l’aver conseguito un titolo di formazione specifica (master, dottorato, Phd) nelle materie relative alla contrattualistica pubblica.