Un mondo nuovo con L’Internet “delle cose”

Futuro

Autore: Gigi Giudice
ASSINEWS 266 – luglio-agosto 2015

Sapore di futuro a piene mani. Senza che ce ne accorgessimo e in tempi molto rapidi ci ritroviamo calati nel “Destino Digitale”.
I negromanti delle tecnologie hanno trovato il modo di generare, a costi infinitesimali, diversi tipi di sensori digitali. Simili a quelli che abbiamo contenuti nei nostri smartphone. Milioni, miliardi di sensori che stanno già trasformando il modo di lavorare, di comunicare. E nei prossimi anni incideranno profondamente sul nostro modo di vivere.

Intanto si preannuncia l’auto che si guida da sola (i tedeschi dell’Audi l’hanno programmata per il prossimo 2016, mentre sembra materializzarsi anche il progetto della “Google Car”). E poi i modelli delle Città Intelligenti, le “Smart City”, con il traffico e una quantità inimmaginabile di servizi che, grazie a Internet e ai sensori digitali, si autogestiscono, senza l’intervento umano. Prevenendo e dunque evitando incidenti. Le “cose”, gli oggetti che si parlano fra loro.
Immaginate, già solo dopo questi brevi accenni, il necessario adeguamento del servizio assicurativo. CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati