Polizza di Responsabilità Civile Terzi per le aziende industriali

IL VOSTRO QUESITO

La polizza di Responsabilità Civile Terzi per le aziende industriali della Compagnia che rappresento prevede l’esclusione dei danni: “a Cose che l’Assicurato abbia in consegna e custodia o detenga a qualsiasi titolo ed a quelle trasportate, rimorchiate, sollevate, caricate e scaricate, salvo quanto disposto dalla garanzia di
cui all’articolo 14 – garanzie comprese automaticamente nell’assicurazione della responsabilità civile verso terzi – lettera S) – danni alle cose in consegna custodia (escluso autofficine e carrozzerie) – delle condizioni generali”.
 Il suddetto articolo 14 prevede quanto segue:

 “La garanzia comprende danni alle cose di terzi in consegna o custodia all’Assicurato.

 La presente garanzia si intende prestata nel limite del massimale per danni a cose previsto nella scheda di polizza e comunque con il massimo risarcimento di euro 52.000 per sinistro per anno assicurativo.
 Resta carico dell’assicurato uno scoperto del 10% per ogni sinistro con il minimo di euro 250 ed il massimo di € 3000.
Sono comunque esclusi danni da incendio ed alle cose costituenti strumento o oggetto diretto dei lavori e delle attività descritte nella scheda di polizza”.

Secondo il Vs. parere, nel caso specifico di un fabbricato ove viene esercitata l’attività (assicurata e con l’estensione alla suddetta clausola) preso in locazione da terzi, i danni causati al fabbricato stesso dall’azienda affittuaria durante l’esercizio della propria attività devono intendersi compresi o esclusi?

 

L’ESPERTO RISPONDE

Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio "Esperto Risponde"

Accedi alla pagina "Il tuo abbonamento" per informazioni sui servizi inclusi nel tuo piano
Hai dimenticato la Password?
Registrati