ARAG SE Italia nel 2014 sfiora i 100 milioni di raccolta premi diretta ed indiretta

In occasione della celebrazione dei 50 anni di attività in Italia, tenutasi martedì a Verona a Palazzo Verità Poeta, alla presenza del C.d.A. del Gruppo, dello staff e dei rappresentanti della rete, la filiale italiana del Gruppo ARAG ha comunicato al mercato i risultati ottenuti nel 2014.

La Compagnia di Assicurazione specializzata nella Tutela Legale ha consolidato la propria posizione di leader di mercato e raggiunto una raccolta premi pari ad €98,8 milioni di euro, in crescita del 1,9 per cento rispetto al 2013. I premi del lavoro diretto hanno raggiunto 29,8 milioni di euro, mentre la raccolta premi derivante dal lavoro indiretto è stata di 69 milioni di euro.

Il Combined Operating Ratio è sceso al 97,6% rispetto al 98,1% del 2013, grazie al continuo controllo della qualità del portafoglio e della rete.

ARAG SE Italia fa parte del Gruppo ARAG di Düsseldorf, la più grande impresa a conduzione familiare nel settore assicurativo tedesco, con 80 anni di storia, in quanto fu fondata nel 1935 da Heinrich Faßbender con una precisa visione: “Che tutti i cittadini dovessero essere in grado di accedere alla giustizia per far valere i propri diritti, a prescindere dalla loro situazione finanziaria”.

Oggi, interamente controllato dalla famiglia Faßbender, con 3.713 collaboratori (il 46% dei quali lavora fuori dalla Germania) il Gruppo ARAG realizza una raccolta premi di 1,59 miliardi di euro (comprendendo i proventi derivanti da società di servizi, i ricavi totali ammontano a 1,65 miliardi di euro).

ARAG è presente in 15 mercati: Austria, Belgio, Germania, Grecia, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e USA. In tutti gli altri paesi d’Europa e nell’area del Mediterraneo è presente con una rete di corrispondenti, per garantire ovunque lo stesso livello di servizio. Sul mercato della Tutela legale statunitense, ARAG occupa oggi una posizione di spicco. Inoltre il Gruppo, con i suoi prodotti di Tutela legale, è leader di mercato in Spagna e Italia.

Oltre che nel ramo Tutela legale, principale segmento d’affari del Gruppo, in Germania ARAG opera in altri rami danni, nel ramo malattia e nel ramo vita.

Principali indicatori finanziari

ARAG Holding SE (dati in milioni di euro)

2014

+/-

2013

Premi lordi contabilizzati

1.588,2

3,8%

1.530,1

Costo sinistri

985,9

5.4%

935,7

Rapporto sinistri/premi

62,9

1,2% pts.

61,7%

Spese di gestione

511,5

5,4%

485,4

Cost ratio

32,6%

0,6% pts.

32,0%

Risultato tecnico

60,6

15,4%

52,5

Risultato finanziario

273,5

22,9%

222,6

Risultato dell’attività ordinaria

84,5

11,0%

76,1

Utile netto ante componenti esterni

47,2

-3,3%

48,8

 

“Nel 2014 ARAG ha dimostrato una notevole agilità ed una struttura molto sana. Abbiamo trovato una formula che ci ha consentito di estendere la nostra attività con successo, solidità e tranquillità”, ha dichiarato il dottor Paul-Otto Faßbender, Presidente e azionista di maggioranza del Gruppo ARAG, a margine della presentazione dei dati di bilancio.

Il Gruppo ARAG ha migliorato il proprio utile tecnico per il terzo anno consecutivo. Nel corso dell’esercizio 2014 il Combined Operating Ratio si è attestato al 95,5 per cento e il capitale netto è passato da 394,1 milioni di euro a 400,6 milioni di euro. Nonostante questo rafforzamento di capitale, il Gruppo ha raggiunto un ottimo ROE del 12,7 per cento (nel 2013: 13,5 per cento).

Per quanto riguarda il ramo Tutela legale, nel 2014 la raccolta premi complessiva è stata pari a 787,2 milioni di euro (+5,4 per cento sull’anno precedente), di cui 474,8 milioni di euro derivanti dal business internazionale (extra Germania), in crescita del 6,4 per cento sul 2013.

L’assicurazione di Tutela legale in Germania, per la prima volta dopo tanto tempo, è cresciuta più della media del mercato. I premi del lavoro diretto sono aumentati del 2,8 per cento, fino a 291,4 milioni di euro. Comprendendo il lavoro indiretto, la raccolta premi complessiva è salita a 312,5 milioni di euro (nel 2013: 300,6 milioni di euro).

Per la filiale italiana del Gruppo ARAG il 2014 è stato un anno positivo. La compagnia specializzata nel ramo Tutela legale ha infatti sfiorato i 100 milioni di euro di raccolta premi complessiva (98,8 milioni di euro, al lordo dei premi ceduti in riassicurazione), corrispondenti ad un incremento dell’1,9 per cento rispetto all’esercizio 2013. Più nel dettaglio, i premi del lavoro diretto hanno raggiunto i 29,8 milioni di euro, mentre la raccolta premi derivante dal lavoro indiretto è stata di 69 milioni di euro.

Il Combined Operating Ratio, calcolato secondo i principi contabili tedeschi, è sceso al 97,6% rispetto al 98,1% del 2013.

La Compagnia, che opera dalla Sede di Verona con 140 dipendenti, si avvale di una rete distributiva costituita da 441 agenti, della collaborazione con 555 broker oltre che di rapporti di partnership con alcune fra le principali Compagnie e Banche del mercato italiano.

Nel corso del 2014 e nei primi mesi del 2015 la Compagnia ha continuato ad investire in innovazione di prodotto, pensando a diverse tipologie di clientela:

–  per i privati e le loro famiglie ha lanciato la polizza ARAG Multioption, un prodotto modulare, personalizzabile in base allo stile di vita di chi lo acquista scegliendo tra le opzioni Salute, Sicurezza personale, Patrimonio immobiliare, Sport, Viaggi e vacanze, Capofamiglia e Web@ctive, l’opzione dedicata agli utenti del Web e alle loro esigenze di tutela quando navigano e acquistano prodotti o servizi online;

–  per le piccole imprese fino a cinque addetti, ha sviluppato la polizza ARAG Impresa Under 5, coprendo oltre alle esigenze aziendali anche quelle personali dell’imprenditore e fornendo all’assicurato un servizio gratuito, accessibile direttamente tramite il web, di modelli di documenti legali, da personalizzare secondo necessità.

Nello stesso periodo sono proseguiti gli investimenti in tecnologia ed innovazione, finalizzati a semplificare e rendere più efficiente l’intero ciclo di vendita e gestione dei contratti; anche la formazione, con oltre 5000 partecipanti ai corsi organizzati dalla Compagnia, ha continuato a rappresentare un elemento di grande rilievo, in particolare in un segmento caratterizzato, rispetto al resto d’Europa, dalla più bassa spesa pro-capite e da tempi e costi della giustizia particolarmente elevati.

ARAG SE Italia prevede di superare già nel 2015 i 100 milioni di euro di raccolta premi “I primi mesi dell’anno sono in linea con i piani – ha dichiarato Andrea Andreta, CEO della Compagnia – ma contiamo di chiudere il 2015 meglio delle attese. Il nostro focus prevalente è sullo sviluppo di importanti partnership, sullo sviluppo nel digitale, sull’allargamento della gamma prodotti, sulla crescita e rafforzamento della rete di intermediari e sulla ricerca di soluzioni capaci di migliorare il bilanciamento lavoro / vita privata per il nostro staff.”