Sanzioni in calo a maggio, ma non per gli intermediari

Anche a maggio l’importo complessivo delle sanzioni ISVAP è in calo, a 2.874.701,39 €:

– soggetti sanzionati: 56
– numero delle sanzioni inflitte: 320
– ammontare complessivo delle sanzioni: € 2.874.701,39
– importo medio della sanzione: € 8.983.

 

In testa alle classifiche per importo e numero, con 41 sanzioni per 289.080 € anche questo mese  Groupama, seguita nella prima da Assicuratrice Milanese S.p.A.  e da un intermediario.

La sanzione singola più cospicua a questo intermediario, Pellegrini Rocco, € 237.000 per  violazione delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 230 occasioni;  mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale; mancato rispetto delle regole di conservazione della documentazione contrattuale in n. 6 occasioni.

 

A 15 intermediari in totale 508.999,99 euro di sanzioni. Due le mega sanzioni, la sopra citata e un’altra di 203.333,33 €, comminata a Spada Vittorio per  violazione delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 59 occasioni;  mancata ottemperanza nei termini alle richieste dell’Autorità. Il resto, a parte due sanzioni per un totale di € 20.000 a M.C.A. Brokers s.r.l. (per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale compagnie mandanti Navale Assicurazioni S.p.A. e Milano Assicurazioni),  sono sanzioni di importi che vanno dai mille ai 10mila euro.

Di seguito le classifiche, per importo e per numero.

Il dettaglio delle sanzioni e delle motivazioni:

Download (PDF, Sconosciuto)