Polizze poliennali – indicazione della riduzione del premio

Purtroppo dopo la parziale modifica dell’art. 1899 del codice civile è ripreso il censurabile costume della vendita da parte degli intermediari di polizze poliennali, senze che vi sia un reale interesse da parte del contraente a vincolarsi per lungo tempo ad un assicuratore ovvero ad essere consapevoli della durata sottoscritta (ma quando impareranno gli assicurati a difendersi un po’ leggendo i contratti?). Mi trovo ora a dover consigliare un cliente che ha stipulato una polizza infortuni con primaria compagnia il 21/10/2010 con scadenza al 21/08/2021 e che vuole recedere dal contratto. Nel contratto sottoscritto esiste la seguente clausola “poliennalità”: il presente contratto gode di una riduzione del premio ai sensi della Legge numero 99 del 23 luglio 2009.
Tutto ciò premesso la domanda in particolare è: è sufficiente un generico richiamo ad uno sconto per durata o è necessario vi sia l’indicazione in percentuale o cifra fissa nella scheda di polizza affinchè il disposto contrattuale sia aderente alla norma?
Per inciso nella polizza in discussione non ho trovato – in alcuna parte – né indicazione di sconti in percentuale, né riduzioni di premio in cifra fissa.
Logo di Assinews Risponde

In relazione al quesito posto dal nostro abbonato, rammentiamo che l’ISVAP è intervenuta sul tema con apposita circolare “Chiarimenti applicativi in tema di polizze poliennali” (datata 15 giugno 2010 ed agevolmente consultabile tramite il sito internet www. isvap.it), nella quale – al punto 3. per la precisione – si rammenta come essenziale la riduzione del premio rispetto alla polizza annuale ai fini dell’applicazione della disciplina del “nuovo” articolo 1899 del codice civile.
Pur non essendo espressamente l’Autorità di Vigilanza sulla modalità con la quale tale riduzione di premio debba essere evidenziata al contraente della polizza, riteniamo sia di tutta evidenza che la disposizione di legge debba essere rispettata in modo sostanziale e non di pura forma, in ossequio alle esigenze di trasparenza cui senza dubbio s’ispirano gli obblighi d’informazione in materia assicurativa, che a nostro avviso impongono di rendere evidente e misurabile l’ammontare della predetta riduzione del premio.
Ci permettiamo quindi di suggerire, in caso di perdurante incertezza nel caso di specie, il ricorso al dettato del primo comma del regolamento ISVAP n.35/2010, che testualmente recita: “Le imprese (assicuratrici – n.d.r.) forniscono riscontro per iscritto ad ogni richiesta di informazione presentata dal contraente o dagli aventi diritto in merito al rapporto assicurativo entro venti giorni dalla ricezione della richiesta.” , ovviamente specificando nella suddetta richiesta la necessità di conoscere l’entità della riduzione praticata per la specifica polizza in questione.