Vacanze al sicuro con le polizze

CRESCE LA TENDENZA AD ASSICURARSI PER TUTELARE LA SALUTE E L’INVESTIMENTO. ANCHE FRA I GIOVANI
di Irene Greguoli Venini
Quest’anno si torna a viaggiare con più tranquillità dopo due anni complessi per il turismo. Dati i tempi di incertezza, i viaggiatori però stanno assumendo un atteggiamento di maggior prudenza. Sta aumentando la propensione ad acquistare una polizza viaggio, anche nelle fasce di età più giovani, per tutelare la salute oltre che l’investimento economico: le coperture proposte vanno infatti dall’annullamento della vacanza alle spese mediche per malattia o infortunio fino all’assistenza stradale.

Una maggiore propensione ad assicurarsi. Secondo l’analisi di Europ Assistance la tendenza all’acquisto delle polizze viaggio sta crescendo.

Nei primi quattro mesi del 2022 sono aumentate le vendite dirette di questo tipo di prodotti con punte che arrivano al +30% per il periodo di Pasqua e dei ponti di fine aprile rispetto al 2019.

Ancora più significativo è il dato relativo all’acquisto di polizze opzionali, quelle cioè che vengono comprate in abbinamento a un pacchetto vacanze: nel 2019 a scegliere l’assicurazione era il 40% dei viaggiatori, oggi è il 75%, quasi il doppio.

Un trend, questo, dovuto anche al fatto che la pandemia ha dimostrato che gli imprevisti accadono, anche in un momento spensierato come la vacanza: la maggior parte delle persone, infatti, preferisce acquistare una polizza viaggi per poter tutelare anzitutto la propria salute, oltre all’investimento economico.

Non per nulla, un recente sondaggio di Europ Assistance Italia sui propri clienti individuali, pur non avendo valore statistico per la popolazione italiana, rivela che il 77% degli intervistati si assicurerà anche nel 2022 e il 38% sceglierà un’assicurazione completa.

L’assicurazione è diventata importante anche per i più giovani: se prima era più diffusa nella fascia d’età di soggetti tra i 35 e i 65 anni, oggi la fascia di persone tra i 25 e i 35 anni è al secondo posto come numero di clienti.

È rilevante anche il dato sulla percezione: il 48% del campione dichiara che l’assicurazione viaggi è più importante rispetto al passato, mentre solo il 3% la ritiene meno importante. Inoltre, tornano le mete extra Ue: il 34% ha infatti scelto una destinazione fuori dai confini europei.

Alcune soluzioni disponibili oggi. Le soluzioni oggi disponibili sul mercato sono molte.

Per esempio, Europ Assistance per chi viaggia nella Penisola propone Viaggi Italia, che offre assistenza e il rimborso delle spese mediche, cui è possibile aggiungere anche la protezione per l’abitazione, per i familiari rimasti a casa, per il proprio animale domestico e per la responsabilità civile.

Se si viaggia in Europa (e in alcuni paesi del bacino del Mediterraneo), c’è Viaggi Europa, che dà anche la possibilità di includere la garanzia bagaglio, per gli infortuni in viaggio, l’assistenza stradale, il rimborso per le spese di ricerca o salvataggio e una garanzia che tutela nel caso di infezione da Covid-19.

Se invece la meta è una destinazione extra europea, c’è Viaggi Nostop Vacanza, che offre la possibilità di aggiungere la garanzia per l’assistenza domiciliare integrata, la garanzia bagaglio, la copertura per infortuni in viaggio e la responsabilità civile.

Oppure c’è la proposta di Sara Assicurazioni, Viaggiare, disponibile in una formula individuale e una formula di gruppo.

Quella individuale (Viaggiare Libero) prevede l’annullamento viaggio, che indennizza il corrispettivo di recesso per l’annullamento della trasferta, entro il massimale della polizza; sul fronte delle spese mediche, in caso di infortunio o di malattia improvvisa, c’è il rimborso delle spese sostenute a seguito del ricovero nel luogo in cui si è verificato l’evento (tra cui anche gli onorari del chirurgo, i diritti di sala operatoria e per il materiale di intervento), delle spese per i medicinali (purché effettuate a seguito di una prescrizione medica o di un certificato di pronto soccorso) e per le cure odontoiatriche a seguito di infortunio, oltre che il rimborso delle spese sostenute dall’assicurato in Italia entro 30 giorni dal rientro del viaggio.

Ci sono anche coperture apposite per il bagaglio (per esempio la copertura dei danni materiali e diretti derivanti in caso di furto, di incendio, di rapina, scippo e mancata riconsegna), per l’assistenza al veicolo, compreso il trasporto o rimpatrio del veicolo e il pernottamento in albergo se l’assicurato subisce il furto totale del mezzo, con anche la possibilità di avere un autista a disposizione se non si è in condizioni di poter guidare il veicolo per un infortunio o una malattia improvvisa; oltre a ciò ci sono delle garanzie per l’assistenza alla persona, con la possibilità per esempio di ricevere i consigli o l’invio di un medico (in Italia), di avere il trasporto in autoambulanza e il rientro sanitario, oltre alla responsabilità civile in viaggio.

La polizza per la spiaggia. Una novità è invece Spiaggia senza pensieri, un’assicurazione viaggio lanciata da Spiagge.it (portale per la prenotazione degli ombrelloni, con un network di oltre mille stabilimenti partner) e sviluppata in collaborazione con Ima Italia Assistance, filiale italiana del gruppo francese Inter Mutuelles Assistance, che offre anche il rimborso della prenotazione dell’ombrellone presso lo stabilimento in caso di disdetta anticipata della prenotazione o di cause che rendano impossibile l’arrivo nella struttura: il cliente può quindi ricevere un indennizzo in caso di cancellazione (per ogni motivo oggettivamente documentabile) effettuata a più di tre giorni dalla data prevista di arrivo. Inoltre, l’assicurazione di Spiagge.it copre le spese mediche, con il supporto sanitario in viaggio e l’assistenza dei familiari a casa, oltre all’assistenza auto o per emergenze nella propria abitazione.

La nuova assicurazione di Airbnb. C’è da segnalare anche l’assicurazione AirCover, introdotta di recente da Airbnb, sempre inclusa e gratuita per ogni soggiorno, che comprende una garanzia di prenotazione che prevede, nel caso in cui un host debba cancellare la prenotazione entro 30 giorni dal check-in, l’individuazione di una casa alternativa, simile o migliore, o un rimborso; la polizza include anche la garanzia di check-in, per cui se non è possibile effettuare il check-in presso la casa e l’host non può risolvere il problema sarà proposta un’altra sistemazione per la durata del soggiorno originale o verrà effettuato un rimborso; c’è pure la garanzia di conformità: se in qualsiasi momento durante il soggiorno l’ospite nota che la casa non è conforme all’annuncio (per esempio, il frigorifero non funziona e l’host non può ripararlo facilmente, o ci sono meno camere da letto di quelle elencate) avrà tre giorni di tempo per segnalarlo e sarà selezionato un altro alloggio.

Un’altra garanzia è il supporto Sicurezza H24, grazie a cui se l’ospite dovesse sentirsi non al sicuro può mettersi in contatto con agenti specializzati nella sicurezza, giorno e notte.

AirCover è stata inserita direttamente nell’app e nel sito di Airbnb, permettendo di contattare un agente e risolvere rapidamente i problemi. Airbnb ha creato un team di agenti appositamente formati per l’assistenza nella riprenotazione last minute e ha ampliato significativamente la disponibilità della linea di sicurezza 24 ore su 24, fruibile in 16 lingue.

Scegliere il prodotto giusto. L’offerta è comunque molto ampia, visto che le coperture vanno dal semplice annullamento del viaggio, fino alla formula più completa che copre le spese sanitarie per malattia, infortunio e per il Covid-19.

Secondo Silvana Zagnoni, responsabile divisione Affinity, personal line & small business di Assiteca (broker assicurativo italiano che offre servizi professionali e consulenza sulla gestione integrata dei rischi aziendali), «la polizza viaggio è sempre più richiesta dalle persone. La pandemia ha sicuramente influito sulla sensibilità di chi per lavoro, studio o vacanza si sposta anche solo per pochi giorni e cerca una tutela assicurativa che possa dare supporto in caso di necessità. Le compagnie che operano in questo settore sono molte e, in generale, le soluzioni offerte sono valide ma, come per tutte le altre tipologie di polizze, è sempre bene leggere attentamente le condizioni e le franchigie applicate, per non incorrere in brutte sorprese al momento del bisogno. Diversi sono gli aspetti di cui tenere conto, uno tra i più importanti è la presenza di un servizio di assistenza tramite call center che, in caso di emergenza, ha la funzione di coordinamento del pronto intervento e dei possibili spostamenti, supportando il cliente nella lingua necessaria per garantire una comunicazione puntuale ed efficiente».
Fonte:
logoitalia oggi7