Rassegna Stampa assicurativa 24 giugno 2022

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali

 

logo_mf

Un cittadino colto dal punto di vista economico-finanziario non solo crea ricchezza per sé ma contribuisce al benessere dell’intero sistema Paese. L’educazione al denaro e al risparmio, infatti, consegna ai singoli più «consapevolezza delle proprie decisioni finanziarie e maggior capacità di giudicare le scelte del governo», facoltà ancora più importante in ottica Pnrr. Così il presidente della Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio, Stefano Lucchini, ha aperto la seconda Assemblea pubblica dell’associazione.
A poco più di due anni dallo scoppio della pandemia, l’attività economica dei distretti italiani sta recuperando il precedente vigore. Nella quattordicesima edizione del «Rapporto economia e finanza dei distretti industriali», gli analisti dell’ufficio studi di Intesa Sanpaolo hanno sottolineato la resilienza delle realtà industriali integrate in un contesto geopolitico tormentato, soffermandosi sui punti di forza e le prospettive di miglioramento.
Rafforzare il ruolo di guida e di coordinamento della struttura di head office di gruppo verso tutte le business units, migliorare le leve che serviranno ad raggiungere i target di efficienza operativa previsti dal piano e ad accelerare la trasformazione digitale, integrare sempre di più la sostenibilità nel core business e ridefinire il presidio dell’organizzazione e della geografia dei mercati e delle linee di business cross-countries per facilitarne il coordinamento e le sinergie operative
I corteggiatori premono sull’acceleratore sulle polizze di Banco Bpm. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, nelle prossime settimane e comunque entro il mese di luglio, Crédit Agricole, Axa e Generali potrebbero presentare agli advisor Lazard e Citi le offerte vincolanti per le attività bancassicurative di piazza Meda. Il processo competitivo è partito nel mese di maggio dopo l’uscita allo scoperto dei pretendenti che hanno sottoposto all’istituto guidato dal ceo Giuseppe Castagna una serie di proposte non vincolanti. La competizione a questo punto è destinata a entrare nel vivo prima della pausa estiva e la presentazione delle binding offer sarà una tappa decisiva.
Mentre scalda i motori per il debutto al segmento Star di Borsa Italiana, Net Insurance ha deciso di indicare le rotta agli investitori presentando un nuovo piano industriale che proietta l’azienda al 2025. Il business plan prevede in particolare una raccolta premi lordi contabilizzati pari a 169 milioni quest’anno che il prossimo saliranno a 191 milioni, per arrivare a 221 milioni nel 2024 e 252 milioni nel 2025
  • Ivass: reclami per polizze Rc auto in calo al 41%
Nel 2021 le imprese di assicurazione italiane ed estere che operano in Italia hanno ricevuto dai consumatori 92.975 reclami, in diminuzione dello 0,3% rispetto all’anno precedente. Lo rende noto l’Ivass, spiegando in particolare che è diminuito del 3,3% il numero dei reclami ricevuti dalle imprese italiane (78.015) ed è cresciuto del 19% quello dei reclami ricevuti dalle imprese estere (14.960). In particolare per le compagnie italiane, l’incidenza dei reclami relativi al comparto Rc auto si è ridotta dal 45,7% al 41,1% mentre è aumentata dal 36,3% al 41,2% quella relativa agli altri rami danni. Di segno opposto l’andamento per le imprese estere, per le quali cresce il peso dei reclami nei comparti Rc auto (dal 32,3% al 39%) e Vita (dal 20% al 22,9%) mentre si riduce considerevolmente quello dei reclami relativi agli altri rami danni (dal 47,7 al 38,1%).
  • Sestilli nuovo presidente dei broker Aiba
Flavio Sestilli è il nuovo presidente di Aiba per il triennio 2022-2025. Sestilli, amministratore delegato di Assileo Broker e già vicepresidente dell’associazione dei broker dal 2019 al 2022, subentra a Luca Franzi de Luca, che ha ricoperto lo stesso ruolo per due mandati dal 2016-2022. Ieri l’assemblea dei broker Aiba, oltre ad aver nominato Sestili alla presidenza, come anticipato nei giorni scorsi da MF-Milano Finanza, ha pure indicato i membri della giunta, con la squadra composta da Marco Araldi (Marsh Spa), Giorgio Stoppato (Cogeass Broker), che ricopriranno la carica di vicepresidente, assieme a Lodovico Bocchini (Anglo Lombarda Insurance Broker), Gerardo Di Francesco (Wide Group Spa) e Alessandro Reategui (Studio Minari Insurance Broker).

Per i contribuenti che eseguono interventi antisismici nel lasso temporale di vigenza della detrazione maggiorata del 110% resta preclusa la possibilità di optare per la fruizione di una detrazione più contenuta (dal 70% all’85%), come prevista dalle norme a regime. È possibile fruire del superbonus per interventi eseguiti su ruderi e fabbricati rurali, in tale ultimo caso anche se posseduti da società semplici, ma anche sulle unità abitative utilizzate come sede amministrativa dell’impresa che opera nei cantieri.

corsera

  • Donnet: Generali forti e solide
«Il Gruppo Generali ha fondamenta forti e una solidità comprovata dai suoi due secoli di storia». Lo ha detto l’ad Philippe Donnet (foto) in una lettera ai dipendenti.

  • Danno non patrimoniale, sistema a due vie
Il danno parentale va liquidato con il sistema a punti mentre le tabelle milanesi sono il parametro di riferimento per la liquidazione del danno biologico. La Corte di cassazione, con la sentenza 20292 depositata ieri, detta una serie di principi e accoglie il ricorso dei familiari di un minore morto in un incidente stradale. La Suprema corte precisa che, ai fini della liquidazione del danno non patrimoniale con il sistema tabellare il danneggiato ha solo l’onere di chiedere l’applicazione di questo criterio. Spetta poi al giudice di merito il compito di procedere alla liquidazione scegliendo la tabella in linea con il diritto. E i giudici di legittimità indicano la strada per valutare adeguatamente le circostanze del caso concreto , uniformando al tempo stesso il giudizio a fronte di casi analoghi. Il danno da perdita parentale deve essere dunque liquidato seguendo una tabella basata sul sistema a punti «che preveda oltre all’adozione del criterio a punto, l’estrazione del valore medio del punto dai precedenti, la modularità e l’elencazione delle circostanze di fatto rilevanti». Tra queste sono da indicare, come indispensabili, l’età della vittima e quella del superstite, il grado di parentela e la convivenza.
  • Ritenuta all’11% su dividendi al fondo pensione estero
  • «Da energia, inflazione e tassi non solo rischi per il nostro Paese»
Transizione energetica e ripensamento geopolitico dell’Europa che, in attesa di una compiuta autonomia, può puntare sul Nord Africa. Tensioni sui prezzi dell’energia, e delle materie prime in generale (anche alimentari), con ricadute sull’inflazione e sui tassi di interesse. E infine le ripercussioni sulle banche e sulle loro prospettive di redditività. Sono questi alcuni dei principali temi affrontati nel corso della ottava edizione della Italian Ceo Conference, organizzata il 21 e 22 giugno da Mediobanca mettendo a confronto a porte chiuse (ma quest’anno di nuovo in presenza) oltre 50 ceo di aziende italiane quotate e più di 180 investitori italiani e stranieri appartenenti alle principali case di investimento.
  • Guerra, costi e logistica frenano ma non fermano la corsa dell’auto elettrica
  • Net Insurance, nel piano raccolta a 252 milioni Dall’Egm sale allo Star
  • Generali, il doppio parere sullo statuto che prova a dribblare il caso Cirinà
  • «Il rischio principale per il sistema bancario? Quello cibernetico»
  • BancoBpm, a giorni le offerte sulle polizze