Ramo infortuni: nel 2021 premi in crescita del 4% a 3,7 mld

La raccolta premi del ramo infortuni è cresciuta del 4% nel 2021. La garanzia invalidità permanente (totale o parziale) ha raccolto il 37,8% dei premi contabilizzati (€ 1,4 mld)

Nel 2021 i premi contabilizzati (polizze individuali e collettive) relativi al ramo Infortuni, raccolti da imprese  italiane e rappresentanze UE ed extra-UE, sono stati pari a € 3,7 mld, in aumento del 4,0% rispetto all’anno precedente.

Ania stima che i premi di nuova produzione sottoscritti nell’anno abbiano rappresentato il 15% del totale (erano pari al 17% nel 2020), a fronte di un ammontare pari a € 556 mln (-6,1% rispetto all’anno precedente).

La garanzia invalidità permanente (totale o parziale) ha raccolto il 37,8% dei premi contabilizzati (€ 1,4 mld), registrando un aumento del 6,7% rispetto al 2020. La seconda garanzia in termini di raccolta premi è relativa all’infortunio del conducente che registra una variazione annua negativa (-0,7%), attestandosi a € 725 mln (il 19,4% del totale). In aumento invece la copertura morte che, a fronte di un volume di premi pari a € 689 mln (il 18,5% dell’intera raccolta), osserva un incremento del 9,3%. I premi relativi alla copertura inabilità temporanea hanno costituito il 7,5% del portafoglio, per un importo di € 279 mln sostanzialmente stazionario rispetto al 2020.

Analisi dei premi infortuni per tipologia di polizza

Gli esperti di ASSINEWS rispondono via mail ai vostri quesiti su tutti i rami assicurativi, normativa e compliance! Scopri il servizio "Esperto Risponde"

Accedi alla pagina "Il tuo abbonamento" per informazioni sui servizi inclusi nel tuo piano
Hai dimenticato la Password?
Registrati