Istat: 5,6 milioni di persone in povertà assoluta nel 2021, valore in linea con il 2020

Secondo le stime definitive dell’Istat sul 2021, le famiglie in povertà assoluta sono oltre 1,9 milioni (pari a un’incidenza del 7,5%), per un numero complessivo di circa 5,6 milioni di persone (9,4%). Si tratta di valori stabili rispetto al 2020, quando l’incidenza ha raggiunto i suoi massimi storici ed era pari, rispettivamente, al 7,7% e al 9,4%.

La causa di questa sostanziale stabilità – spiega l’Istituto – è imputabile a diversi fattori; in particolare, a un incremento più contenuto della spesa per consumi delle famiglie meno abbienti (+1,7% per il 20% delle famiglie con la capacità di spesa più bassa, ossia la quasi totalità delle famiglie in povertà assoluta) che non è stato sufficiente a compensare la ripresa dell’inflazione (+1,9% nel 2021), in assenza della quale la quota di famiglie in povertà assoluta sarebbe scesa al 7,0% e quella degli individui all’8,8%”.