Suez: l’assicuratore vede una parziale colpa dell’autorità del canale

L’assicuratore navale britannico UK P&I Club ha attribuito parziale colpa all’autorità del canale per il blocco del canale di Suez da parte della nave container incagliata “Ever Given”, che è durato diversi giorni. Il passaggio attraverso il canale è controllato dai piloti e dal team di gestione del traffico navale dell’autorità, ha sottolineato l’assicuratore. Questo includeva il controllo della velocità e la scorta di rimorchiatori, dei quali, apparentemente, non ne erano disponibili di adatti.

La dichiarazione di UK P&I Club è arrivata dopo che il capo dell’Autorità del Canale di Suez (SCA) ha detto che la nave stava navigando troppo velocemente quando si è incagliata, ma che il canale non aveva alcuna responsabilità.

La Ever Given, una delle più grandi navi container del mondo, era rimasta bloccata dai venti forti il 23 marzo, fermando il traffico in entrambe le direzioni per diversi giorni e interrompendo il commercio globale.

La SCA ha inizialmente chiesto 916 milioni di dollari di risarcimento al proprietario giapponese Shoei Kisen, ma da allora ha detto che sarebbe disposta ad accettare 550 milioni di dollari, compreso un deposito di 200 milioni di dollari per assicurare il rilascio della nave.
Mentre UK P&I Club ha detto che i proprietari e gli assicuratori della Ever Given “riconoscono pienamente che la SCA ha diritto al risarcimento per le loro legittime rivendicazioni derivanti da questo incidente”, aggiungendo di essere preoccupato dalle accuse fatte contro la nave e il suo comandante. “È importante chiarire che mentre il comandante è in ultima analisi responsabile della nave, la navigazione nel transito del Canale all’interno di un convoglio è controllata dai piloti del Canale di Suez e dai servizi di gestione del traffico navale della SCA”, ha detto. “Tali controlli includono la velocità del transito e la disponibilità di rimorchiatori di scorta”.

I proprietari e gli assicuratori della Ever Given hanno contestato la detenzione della nave e la richiesta di risarcimento, e i loro avvocati hanno detto che la SCA era in difetto per aver permesso alla nave di entrare nel canale e per non aver fornito rimorchiatori adeguati.

Suez

Fonte: Reuters