Le due ruote vanno forte in Italia: Piaggio corre

di Rossella Savojardo
Le due ruote vanno veloce in Italia. Gli ottimi dati di mercato del mese di maggio alimentano la performance di Piaggio, icona italiana nel settore, che durante la seduta di ieri ha visto il titolo salire dell’1,28% a 3,32 euro. In Italia lo scorso mese il mercato delle immatricolazioni è cresciuto sia rispetto allo stesso mese 2020 (+43%), periodo ancora impattato dal primo lockdown con la chiusura dei concessionari, ma anche rispetto a maggio 2019 (+26,8%). Lo dicono gli ultimi dati sulle immatricolazioni delle due ruote, resi noti nella serata di lunedì 31 da Ancma il cui presidente, Paolo Magri, ha sottolineato come la voglia di due ruote degli italiani infonda fiducia al comparto, anche in previsione dello svolgimento di Eicma a novembre. A maggio sono stati immessi sul mercato complessivamente (ciclomotori e immatricolato) 38.553 veicoli (+42,73%). Il solo mercato dei ciclomotori totalizza 1.940 veicoli venduti, pari a un +45,21% sullo stesso mese del 2020, mentre scooter e moto registrano rispettivamente 20.526 (+41,41%) e 16.087 (+44,15%) veicoli immatricolati. Oltre ai dati, a sostenere il rally di Piaggio in borsa sono arrivati anche gli esperti che, confermando rating e prezzo obiettivo sul titolo dell’azienda delle due ruote, hanno posto l’accento sul confronto con i dati europei. «Prendendo in esame un periodo più ampio, il mercato italiano delle due ruote è cresciuto del 14,5% rispetto ai primi cinque mesi del 2019 e dell’84,1% rispetto all’analogo periodo 2020», sottolinea Intesa Sanpaolo, che si aspetta che «questo trend sia confermato anche a livello europeo». Anche Equita sim guarda all’Europa ricordato che Anesdor ha pubblicato i dati relativi al mercato spagnolo delle due ruote. Al contrario dell’Italia, in Spagna le vendite hanno registrato una flessione del 12% rispetto ai livelli pre-covid di maggio 2019. Se confrontati con il 2020, invece, i volumi sono cresciuti del 56%. Bestinver Securities concorda sulla positività della notizia. Inoltre proprio il broker aveva già commentato che «lo scenario dell’azienda sembra migliorare» in quanto i contagi giornalieri da Covid-19 in India, mercato principale della produttrice italiana di veicoli, «sono scesi del 60% rispetto ad aprile».

Per Bestinver «se il mercato riaprisse gradualmente da giugno, la stagionalità positiva dovrebbe contribuire a raggiungere l’obiettivo di volumi per le due ruote in India prefissato a circa 100.000 unità nel 2021». Anche Banca Akros giudica la notizia molto positiva, spiegando che i dati sulle immatricolazioni di due ruote in Italia non erano già scontati nel prezzo, che si è riportato vicino al massimo annuale di 3,5 euro. In un anno il titolo Piaggio è cresciuto del 53,5%. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf