Gli assicuratori auto tedeschi con una crescita più forte tra il 2014 e il 2019

Gli assicuratori auto tedeschi hanno ampliato la raccolta premi di circa un sesto tra il 2014 e il 2019, raggiungendo quasi 28,6 miliardi di euro. Ma sette dei 50 maggiori attori del mercato hanno visto cali fino a un ottavo.

Questo secondo il “Branchenmonitor 2014-2019: Kraftfahrtversicherung“, l’indagine condotta da V.E.R.S. Leipzig GmbH e Sirius Campus GmbH che copre numerose figure chiave dei 50 maggiori player del mercato con una copertura di circa l’88%.

Più di 30 tra questi hanno avuto tassi di crescita superiori alla media. Undici compagnie sono addirittura cresciute di più del 50%.

La crescita di gran lunga più forte è stata raggiunta da Axa Easy Versicherung AG (più 330 per cento a 80 milioni di euro). Volkswagen Autoversicherung AG (a poco meno di 254 milioni di euro) e BGV-Versicherung AG (a circa 182 milioni di euro) hanno più che raddoppiato il loro reddito.

Tassi di crescita comparativamente elevati tra il 93 e il 78% sono stati raggiunti da Generali Deutschland Versicherung AG (a 1.040 milioni di euro), Sparkassen Direktversicherung AG (S-Direkt; a poco meno di 127 milioni di euro) e R+V Direktversicherung AG (R+V24; a quasi 115 milioni di euro).

L’assicuratore diretto Axa Easy, ancora relativamente giovane, è cresciuto soprattutto nei primi tre anni del periodo di osservazione (tra più del 40 e quasi il 90%). Nel 2019, è addirittura sceso di circa un dodicesimo. Nel suo rapporto annuale 2019, la società cita come motivo l’aumento dell’intensità competitiva nel mercato delle assicurazioni auto in tutti i canali di vendita.

Volkswagen Autoversicherung AG ha raggiunto più della metà della sua crescita nell’anno fiscale 2015, principalmente a causa delle attività che sono state scorporate da Allianz Versicherungs-AG a Volkswagen Auto (1/24/2017). Negli ultimi due anni del periodo in esame, tuttavia, non c’è stato quasi nessun movimento verso l’alto.

BGV è cresciuto ogni anno. Tuttavia, la maggior parte della crescita nettamente superiore alla media è dovuta alla fusione di Badische Allgemeine Versicherung AG in BGV.

Più di due terzi dell’aumento altrettanto costante della raccolta premi di Generali Deutschland sono attribuibili alla ristrutturazione del Gruppo: nel 2019 l’attività di brokeraggio di Generali Versicherung AG è stata trasferita alla neonata Dialog Versicherung AG. L’attività di distribuzione esclusiva è rimasta a Generali Versicherung AG. Generali Versicherung AG viene fusa con Aachenmünchener Versicherung AG e ribattezzata Generali Deutschland Versicherung AG. Un confronto con gli anni precedenti è possibile solo in misura limitata.

Anche S-Direkt ha continuamente ampliato le sue entrate. Tuttavia, i tassi di crescita negli ultimi due anni del periodo di osservazione, rispettivamente al sei e all’otto per cento, sono stati inferiori a quelli dei primi tre anni. La tendenza al rialzo più forte è stata nell’esercizio 2016, con un quinto.

R+V24 ha avuto l’aumento più forte nel 2019, con ben oltre un terzo. I due anni precedenti hanno visto cali di oltre il quattro per cento. Ciò è dovuto agli sviluppi dell’assicurazione totale e parziale dei veicoli. Secondo la compagnia, ciò è dovuto a “uno spostamento del portafoglio assicurativo dall’assicurazione completa a quella parziale”.

Con poche eccezioni, i giganti del settore con più di 800 milioni di euro di premi lordi contabilizzati – guidati da Generali – mostrano uno sviluppo superiore alla media.

Fonte: Insurance Journal

auto