Gli account cloud violati costano 6,5 mln

di Nicola Carosielli
Il costo medio della violazione degli account cloud per le aziende Usa ha raggiunto 6,2 milioni di dollari nell’ultimo anno, con il costo annuale legato alla compromissione della sicurezza informatica superiore a 500 mila dollari. A sottolinearlo è lo studio «The Cost of Cloud Compromise and Shadow It» realizzato da Proofpoint, gruppo specializzato in cybersecurity, e Ponemon Institute, che spiega come per il 60% degli oltre 600 professionisti intervistati gli account Microsoft 365 e Google Workspace sono quelli maggiormente presi di mira da attacchi coud basati su brute force e phishing. Quanto allo shadow It, per il 75% l’uso di app e servizi cloud senza approvazione dell’It è un grave rischio per la sicurezza, così come anche il passaggio al cloud e alla forza lavoro mobile (72%) e l’utilizzo di strumenti cloud di messaggistica per la condivisione di file sensibili. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf