Germania: cosa stanno pianificando i partiti per l’assicurazione LTC

Il cambiamento demografico sta portando a problemi sempre maggiori nell’ambito dell’assistenza a lungo termine (LTC) anche in Germania. Le prestazioni fornite dalla copertura obbligatoria non sono neanche lontanamente sufficienti a coprire i costi effettivi della sistemazione in ospizio. Nel 2020, il “care gap” ha raggiungo la soglia di 2.000 euro al mese su una media nazionale.

In fretta e furia, il governo federale ha appena fatto passare una riforma dell’assistenza tra i suoi ultimi progetti prima delle elezioni di settembre. Il Bundesrat ha confermato la legge approvata dal Bundestag. Secondo questa legge, in futuro i contributi saranno ridotti attraverso bonus integrativi. Inoltre, il personale sarà pagato secondo gli accordi salariali collettivi.

Il finanziamento sarà assicurato da un sussidio federale iniziale di un miliardo di euro all’anno e da un aumento di 0,1 punti percentuali dei contributi per chi non ha figli. I rappresentanti dell’industria sono scettici sul fatto che queste misure saranno sufficienti. L’Istituto tedesco per la previdenza degli anziani, per esempio, parla di una “piccola riforma” che darà poco sollievo e costerà molto.

Quali idee sull’assicurazione per l’assistenza a lungo termine (LTC) hanno i principali partiti nei loro programmi elettorali? Il VersicherungsJournal ne  fornisce una panoramica.

LTC

L’Unione intende rafforzare l’assicurazione complementare delle imprese

CDU e CSU dichiarano nel loro documento congiunto “Il programma di stabilità e rinnovamento”. Insieme per una Germania moderna”: “L’assicurazione per le cure di lunga durata introdotta dalla CDU/CSU ha dimostrato la sua validità e noi continueremo a svilupparla costantemente in futuro per garantire un contributo affidabile alla copertura del rischio delle cure di lunga durata e un’elevata qualità delle cure.”

Le assicurazioni integrative aziendali per l’assistenza garantirebbero già una copertura supplementare efficace del rischio di non autosufficienza in età avanzata. “Esamineremo come rafforzare lo strumento dell’assicurazione complementare aziendale per le cure di lunga durata e fornire un sostegno statale in modo che il maggior numero possibile di persone possa beneficiarne”, ha aggiunto.

Il fondo di previdenza per le cure di lunga durata deve essere esteso fino al 2050 per poter contrastare l’aumento “sproporzionato” dei contributi.

I Verdi stanno progettando uno schema di assicurazione solidale per i cittadini per l’assistenza a lungo termine

I Verdi criticano nel loro progetto “Germania. Alles ist drin.” che le persone bisognose di cure e i loro parenti debbano pagare sempre di più di tasca propria per le cure. “Vogliamo che coloro che hanno bisogno di cure ricevano i servizi di assistenza di cui hanno bisogno senza essere minacciati dalla povertà”, dice.

Il partito fa affidamento sulla cosiddetta “garanzia di doppia assistenza”, che ha già presentato nel suo documento sui punti chiave nel luglio 2019. I contributi propri verrebbero rapidamente ridotti e limitati in modo permanente. In questo modo, è garantito che i costi a carico del paziente possano essere pianificati in modo affidabile.

L’assicurazione per l’assistenza deve sostenere tutti i costi che superano questo importo per un’assistenza basata sul bisogno. “Con un’assicurazione per l’assistenza dei cittadini basata sulla solidarietà, vogliamo garantire che tutti contribuiscano al finanziamento del rischio di assistenza non autosufficienza con contributi legati al reddito”.

L’SPD vuole anche un’assicurazione completa come assicurazione dei cittadini

I socialdemocratici sottolineano nel loro programma “Per rispetto del vostro futuro”: “Abbiamo già assicurato che le persone a carico con un reddito inferiore a 100.000 euro all’anno non saranno più tenute a pagare le spese di assistenza”.

L’obiettivo, ha detto, è un’assicurazione completa come assicurazione del cittadino che copre tutti i bisogni e le prestazioni legate all’assistenza. Nel primo passo verso questo obiettivo, i contributi per coloro che hanno bisogno di cure con redditi piccoli e medi deve essere limitato. I futuri aumenti dei costi sarebbero finanziati “su base solidale da un mix di contributi assicurativi per le cure infermieristiche in moderato aumento e da un sussidio federale dinamico”. Inoltre, il governo vuole aiutare gli anziani a vivere nelle loro case il più a lungo possibile, fornendo un sostegno “speciale” per i servizi legati alla casa.

FDP propone un modello a tre pilastri per l’assistenza

Secondo il loro programma elettorale preliminare, “Non c’è mai stato così tanto da fare”, i Democratici lavoreranno per “un finanziamento sostenibile e adeguato alla generazione dell’assistenza”. A medio termine, un modello a tre pilastri per l’assistenza che consiste nel finanziamento a ripartizione, nella fornitura privata e in quella aziendale deve essere stabilito, analogamente alla pensione.

“Rifiutiamo un sistema di assicurazione per l’assistenza infermieristica completa, così come un sistema di assicurazione dei cittadini”, dice, aggiungendo che “la responsabilità personale non finisce con la necessità di assistenza”. Alla luce del cambiamento demografico e dell’evoluzione dei contributi sociali, non è giustificabile scaricare il finanziamento delle cure solo sulle generazioni future”.

AfD vuole unire l’assistenza a lungo termine e l’assicurazione sanitaria

Gli autori del documento, “Germania. Ma normale”, scrivono: “L’AfD propone una fusione tra l’assicurazione sociale per le cure di lunga durata e l’assicurazione sanitaria legale, al fine di evitare frequenti problemi di interfaccia nella cura delle persone che hanno bisogno di cure di lunga durata”.

La portata delle prestazioni dell’assicurazione sociale per le cure di lunga durata deve essere allineata al principio assicurativo dell’assicurazione sanitaria. Inoltre, gli assicurati senza figli “possono accumulare le proprie riserve per il caso di cure infermieristiche in misura maggiore a causa dell’omissione dell’educazione dei figli con tutti i costi associati”.

La  Sinistra vuole ristrutturare fondamentalmente l’assicurazione per le cure infermieristiche

Nel suo progetto “Tempo di agire. Per la sicurezza sociale, la pace e la giustizia climatica!”, il Partito della Sinistra prevede di trasformare il fondo per l’assistenza di lunga durata in un fondo per il personale di assistenza di lunga durata. “Le cure mediche, anche in strutture di ricovero, devono essere coperte dall’assicurazione sanitaria obbligatoria”, dice.

L’assicurazione di assistenza a lungo termine deve essere “fondamentalmente” ristrutturata. “Con un finanziamento affidabile, equo e a prova di futuro, possiamo garantire buone condizioni di lavoro e buone cure secondo standard uniformi. La nostra assicurazione solidale a lungo termine copre tutte le prestazioni di assistenza a lungo termine”, sottolinea.

Le persone che hanno bisogno di assistenza infermieristica e le loro famiglie non devono pagare alcun contributo proprio. Nessun servizio di assistenza dovrebbe essere rifiutato per motivi di costo. L’assistenza familiare e l’impegno di vicinato potrebbero essere forniti come un supplemento e non per necessità. Coloro che dipendono dall’assistenza sociale riceverebbero gli stessi benefici di tutte le altre persone con necessità di assistenza.

“L’assicurazione privata per le cure di lunga durata deve essere trasferita al sistema legale. L’onere finanziario deve essere distribuito equamente tra tutti: anche i dipendenti pubblici, i parlamentari e i lavoratori autonomi devono versare nel sistema solidale di assicurazione globale per le cure di lunga durata in proporzione al loro reddito – senza un limite di valutazione dei contributi che risparmi i milionari”, dice il Partito della Sinistra.