Generali cede metà Libeskind

Generali e l’Ente nazionale di previdenza degli addetti e degli impiegati in agricoltura (Enpaia) hanno concluso l’accordo per la cessione all’ente del 50% delle quote del fondo immobiliare Rubens, gestito da Generali Real Estate sgr e proprietario della Torre Libeskind a Milano, con un’operazione del valore di oltre 160 milioni di euro. Il Leone di Trieste continuerà a detenere il 50% dell’immobile tramite il fondo Generali Europe Income Holding (Geih) gestito da Generali Real Estate sgr.

«Questo accordo di co-investimento è un’operazione importante sul mercato italiano, innanzitutto per il pieno allineamento con un investitore istituzionale come Enpaia sulla base di obiettivi di investimento condivisi», ha osservato Carlo Trabattoni, a.d. di Generali Asset & wealth management. «Siamo orgogliosi di avere ulteriormente consolidato la relazione con un importante cliente istituzionale come Enpaia e di avere accompagnato l’istituto di previdenza su questa e altre iniziative di investimento, sfruttando l’expertise della nostra piattaforma multiboutique per diversificare l’asset allocation».

«Attraverso questo investimento, che frutterà un rendimento importante, Enpaia intende fissare la strada per ulteriori operazioni immobiliari che la fondazione intende effettuare in futuro per rinnovare i propri investimenti», ha aggiunto Giorgio Piazza, presidente dell’ente. «Come per il portafoglio finanziario, anche nel settore immobiliare siamo interessati a ulteriori operazioni di partnership istituzionali con co-investitori, società di gestione e conduttori di primario livello al fine di garantire alla fondazione investimenti di lungo termine che possano ottimizzare il rapporto rischio-rendimento del nostro patrimonio».

© Riproduzione riservata

Fonte: