Cina: il mercato riassicurativo dovrebbe crescere in media del 6,8% annuo nel periodo 2019-24

La China Banking and Insurance Regulatory Commission (CBIRC) ha recentemente proposto delle revisioni al regime normativo della riassicurazione. In questo contesto, il mercato riassicurativo cinese dovrebbe crescere ad un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 6,8% nel periodo 2019-24, secondo le previsioni di GlobalData.

I regolamenti proposti mirano a rafforzare il quadro di gestione del rischio per l’attività riassicurativa e a contribuire allo sviluppo del settore. GlobalData rivela che la crescita del mercato riassicurativo cinese sarà guidata dall’assicurazione property and causality (P&C) sostenuta dalla spinta normativa per la crescita del mercato riassicurativo locale.

Ashish Raj, analista assicurativo di GlobalData, commenta: “La Cina offre un mercato riassicurativo lucrativo per riassicuratori locali e stranieri. I regolamenti proposti mirano a controllare le scappatoie che possono portare all’evasione fiscale, al trasferimento dei profitti e a un’elevata esposizione riassicurativa estera”.

La CBIRC sta anche incoraggiando i riassicuratori stranieri a stabilire uffici in Cina. Attualmente, 13 riassicuratori operano nel paese, tra cui sette riassicuratori stranieri. Di questi, Korea Re e XL Insurance (China) Company Ltd, una filiale di AXA, hanno ottenuto licenze operative rispettivamente nel 2019 e nel 2020, mentre pochi altri sono in attesa di approvazione.

Cina

I regolamenti proposti consentono a un assicuratore idoneo di stabilire un dipartimento di riassicurazione indipendente. Inoltre, la CBIRC ha permesso ai riassicuratori onshore di aumentare i loro limiti di capitale, il che aumenterà la loro capacità riassicurativa. Nel 2020, la filiale di Pechino della Swiss Reinsurance Company ha aumentato il suo capitale registrato da 300,0 milioni di CNY (43,4 milioni di dollari) a 1,4 miliardi di CNY (202,9 milioni di dollari).

Per controllare e monitorare le cessioni all’estero, la CRIBC sta considerando disposizioni per regolare la concentrazione delle attività di riassicurazione, l’esposizione ai rischi di riassicurazione all’estero e la gestione della liquidità. Il regolamento richiede agli assicuratori di riferire i dettagli sullo scopo del collocamento della riassicurazione, sulla politica di ritenzione e riassicurazione, sulla gestione del rischio e sui meccanismi di controllo per garantire che il collocamento sia conforme ai requisiti normativi.