Aiuti sulle polizze agricole Pesa la produzione storica

Il piano assicurativo individuale (Pai) 2021 va sottoscritto dall’agricoltore e dev’essere rilasciato dal Sian (Sistema informativo agricolo nazionale). Esso costituisce lo strumento propedeutico alla definizione del contratto assicurativo ed è indispensabile per richiedere i contributi del nuovo bando della misura 17.1 del «Programma di sviluppo rurale nazionale».
Nel Pai 2021 l’agricoltore, a differenza delle campagne precedenti, non dovrà più dichiarare le rese degli ultimi cinque anni, ma un unico valore corrispondente al valore della produzione storica.

Con una circolare del 4 giugno scorso (la n. 49), l’Agea ha dettato le regole per la presentazione del piano assicurativo individuale (Pai) per le produzioni vegetali dell’anno in corso. In caso di mancata presentazione di un Pai, infatti, non è possibile ottenere i contributi per le assicurazioni agricole.

Presentazione e compilazione Pai. La compilazione e presentazione del Pai deve essere effettuata in via telematica, utilizzando le funzionalità online messe a disposizione sul portale Sian dall’organismo pagatore Acea:

• direttamente sul sito Agea, sottoscrivendo l’atto tramite firma digitale o firma elettronica mediante codice Otp, per le aziende agricole che hanno registrato la propria anagrafica sul portale Agea (utenti qualificati);

• in modalità assistita sul portale Sian per le aziende agricole che hanno conferito mandato a un centro autorizzato di assistenza agricola accreditato da Agea;

• in modalità assistita sul portale Sian, direttamente tramite gli sportelli dell’organismo pagatore presso il quale è costituito il fascicolo aziendale, per le aziende agricole che non hanno conferito mandato a un centro di assistenza agricola.

© Riproduzione riservata

Fonte: