Welfare State tra nuovi bisogni e voglia di futuro

TUTELE

Autore: Alessandro Lazzari
ASSINEWS 321 –  luglio-agosto 2020

Tutela assicurativa privata: sempre più diffusa tra le famiglie
I nuclei con polizze di tutela del reddito e con polizze sanitarie sono 1,7 milioni, soprattutto al nord e fra i lavoratori autonomi.

Crescono i bisogni e le necessità della popolazione e il Sistema Sanitario Nazionale fatica ad offrire un servizio sempre puntuale alle famiglie italiane. In questo quadro, subentrano le varie forme di sanità privata integrativa e di tutela del reddito: polizze sanitarie, polizze temporanee caso morte, polizze infortuni, welfare aziendale e fondi sanitari. Il tema attuale si focalizza sulla sostenibilità del welfare italiano. Obiettivo primario è quello di analizzare la sostenibilità del welfare state Italiano, inteso come la sua tenuta finanziaria negli odierni bilanci pubblici e per le famiglie.

Secondo l’ultima indagine di Banca d’Italia sui bilanci delle famiglie italiane nell’anno 2018, il 6,9% dei nuclei familiari ha deciso di tutelarsi tramite una copertura assicurativa sanitaria, percentuale in forte crescita rispetto al 2016 (3,3%) e al 2014 (4,0%). Ad essersi assicurate sono ben 1,7 milioni di famiglie, valore in forte crescita rispetto allo 0,8 nel 2016 e 1,0 nel 2014. Lo studio di Banca d’Italia è condotto ogni due anni su un campione rappresentativo della varietà demografica e socioeconomica delle famiglie italiane e dedica una sezione all’assicurazione sanitaria, comprensiva sia delle polizze infortuni, sia delle coperture malattia e caso morte.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati