Moody’s: gli assicuratori vita giapponesi vedono i profitti di base indebolirsi nel 2019

Secondo gli analisti di Moody’s, i quattro principali assicuratori vita giapponesi hanno registrato un calo del 5,8% dei loro utili di base combinati nell’anno fiscale 2019.

L’agenzia di rating ha attribuito la diminuzione a una revisione della tabella della mortalità e ha avvertito che il capitale e la redditività rimangono a rischio nell’attuale contesto.
I quattro assicuratori sono Dai-ichi Life Insurance Company, Limited, Meiji Yasuda Life Insurance Company, Nippon Life Insurance Company e Sumitomo Life Insurance Company.

I premi netti annualizzati dei quattro assicuratori delle nuove polizze sono diminuiti del 23,6% nell’anno fiscale 2019, principalmente a causa delle minori vendite di prodotti legati al risparmio fiscale e di prodotti di risparmio denominati in valuta estera.
Ma entrambi questi prodotti non sono fattori di profitto fondamentali per queste compagnie, e quindi Moody’s ritiene che l’impatto sui profitti degli assicuratori sia stato modesto.

D’altro canto, i loro premi da polizze in vigore sono rimasti stabili, dimostrando che la loro base premi è supportata da polizze in vigore di lunga durata, anche se i loro nuovi premi complessivi nell’anno fiscale 2020 probabilmente diminuiranno a causa delle pratiche di distanziamento sociale che rendono difficile la vendita faccia a faccia di agenti vincolati.

Moody’s ha inoltre osservato che l’allocazione degli assicuratori agli attivi esteri è aumentata, riflettendo il continuo interesse per gli attivi a più alto rendimento.
Considerati i minori costi di copertura e gli spread creditizi più ampi, l’agenzia si aspetta che gli assicuratori investano maggiormente in investimenti creditizi di alta qualità negli Stati Uniti, nonostante la riduzione dei tassi di interesse statunitensi.
Guardando al futuro, gli analisti hanno suggerito che i rendimenti degli investimenti degli assicuratori potrebbero diminuire per riflettere i tassi d’interesse interni più bassi per il lungo periodo e i minori redditi da dividendi delle azioni a causa dell’impatto del coronavirus.
I profitti degli investimenti sono inoltre vulnerabili alle perdite di valore degli investimenti azionari nazionali ed esteri degli assicuratori in caso di un calo significativo dei prezzi delle azioni.
Inoltre, la volatilità dei mercati dei capitali potrebbe erodere la capitalizzazione, soprattutto per gli assicuratori che hanno maggiori esposizioni azionarie, ai tassi d’interesse e alle valute estere.

assicuratori vita giapponesi