Cattolica cerca investitori istituzionali

Cattolica Assicurazioni in cerca di investitori istituzionali per sottoscrivere una buona parte dell’aumento di capitale chiesto da Ivass per risollevare il Solvency II. Il fatto emerge dalle modifiche alla convocazione dell’assemblea che si riunirà il 27 giugno. Tra le delibere da votare c’è la proposta di attribuzione al cda della delega ad aumentare il capitale fino a 500 milioni mediante emissione di azioni «anche con limitazione del diritto di opzione e con riserva a favore di soggetti finanziari e/o investitori istituzionali». In pratica le azioni potrebbero essere offerte a uno o più istituzionali a un prezzo prestabilito. Per la prima tranche calcolata in base al valore del patrimonio netto tenendo conto del prezzo medio di quotazione dall’1 maggio 2019 al 30 aprile 2020 e per la seconda in base al valore del patrimonio netto tenendo conto dell’andamento delle quotazioni delle azioni nell’ultimo semestre. Intanto ieri dai dati Consob è emerso che Credit Suisse detiene l’1,3% e Norges è scesa allo 0,6%. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf