B. Generali vicina alle pmi

Banca Generali ha lanciato un nuovo programma per avvicinare il risparmio all’economia reale nell’ottica di un’offerta ai clienti diversificata e con l’obiettivo di sostenere il sistema Italia in questa fase complessa caratterizzata dalla pandemia di Coronavirus. Più nel dettaglio, la banca ha lanciato BG4Real, programma di soluzioni e strumenti di investimento orientati all’economia reale attraverso servizi dedicati e prodotti che consentono di allargare gli orizzonti della diversificazione. «Siamo orgogliosi di aver avviato un percorso in grado di avvicinare il risparmio privato all’economia reale cercando nuove opportunità e valore per i nostri clienti e portando il nostro contributo alla ripresa del Paese», ha commentato l’a.d. e d.g. di Banca Generali, Gian Maria Mossa.

Il progetto BG4Real, illustrato ieri, rappresenta un ponte tra le esigenze delle famiglie di ricerca di valore nel lungo termine e la crescente domanda di credito e capitale privato dalle aziende e dal sistema economico e si inserisce all’interno del modello di business di Banca Generali che offre una gamma di servizi di advisory e di wealth management che, facendo leva sull’ecosistema BG, sono in grado di partire dal presidio del rischio per il cliente, analizzare il valore degli asset patrimoniali riferiti all’ambito corporate, strutturare una consulenza ad hoc sui bisogni dell’impresa o accompagnarne le dinamiche. Il tutto per mezzo di una piattaforma aperta, partnership qualificate e soluzioni di investimento.

In questo senso si inseriscono nuovi strumenti creati dalla Sgr 8A+ Investimenti che contribuirà con una solida infrastruttura a questa iniziativa, con l’obiettivo di ampliare la rosa d’offerta di investimenti decorrelati dai rischi di volatilità dei mercati pubblici, offrendo la prospettiva di rendimenti nel mediolungo periodo in contrapposizione agli effetti sulle diverse asset-class di un prolungato periodo di tassi a zero e con un adeguato bilanciamento dei rischi.

In particolare, da ieri è partita la distribuzione di un nuovo Fia (Fondo di investimento alternativo) non riservato, 8a+ Real Innovation, dedicato alle pmi innovative italiane ed europee che si rivolge alla clientela private con investimento minimo di 100 mila euro. Il fondo è composto al 70% da strategie di debito, tra cui senior secured loans di aziende europee e finanziamenti garantiti da ipoteche di primo grado su progetti immobiliari selezionati con criteri di sostenibilità e per il restante 30% in partecipazioni azionarie di pmi innovative, selezionate grazie alle collaborazioni con primarie realtà di venture capital internazionali e centri di ricerca italiani ed europei. Le informazioni di dettaglio relative alle caratteristiche e ai rischi del Fia sono contenute all’interno del regolamento di gestione.

In aggiunta, Banca Generali sta valutando l’estensione della gamma di prodotti in distribuzione agli Eltif (European Long Term Investments Fund), fondi alternativi di medio-lunga durata che rispettino anche i requisiti del decreto «Rilancia Italia», con investimenti minimi accessibili per la clientela affluent e private. Per contribuire al «sistema Paese», migliorare la capacità di intercettare in anticipo i trend ed i cambiamenti dell’economia reale, strutturare prodotti e servizi sempre allineati ai bisogni della clientela Private Banca Generali, sta strutturando un vero e proprio ecosistema costituito da partners (centri di ricerca; aziende che comprano innovazione; i migliori fondi di Venture Capital) così che i clienti di Banca Generali avranno per primi accesso a portafogli ad oggi disponibili solo a investitori istituzionali.

© Riproduzione riservata

Fonte: