Anche in Spagna si accende il dibattito su contagio da Covid-19 e responsabilità del datore di lavoro

In occasione di una delle riunioni del gruppo di lavoro “Reactivación 2021” – creato dalla Fondazione spagnola Inade –  il direttore della fondazione, Adolfo Campos, ha voluto affrontare la prospettiva dei rischi professionali e della responsabilità aziendale derivanti da possibili infezioni da coronavirus.
In relazione al settore assicurativo, durante il dibattito José Antonio Muñoz, direttore di Muñoz Arribas Abogados, ha dichiarato che “se il coronavirus viene dichiarato una malattia professionale, non sarebbe coperto nella maggior parte delle polizze assicurative”.
Per quanto riguarda ciò che accade al di fuori del settore sanitario, dove il contagio di questo virus è considerato un incidente sul lavoro, il giudice della Camera sociale dell’Alta Corte di giustizia della Galizia, Ricardo Ron Latas, ha detto che “la situazione non cambierà molto per quanto riguarda il modo in cui viene considerata ora, perché il datore di lavoro deve dimostrare di aver fatto tutto il possibile in termini di prevenzione dei rischi professionali”. Ha aggiunto che il “grande problema è che il lavoratore possa dimostrare quando è stato infettato. La scienza non ha ancora trovato certezze su come il virus si contrae. Se non puoi mostrare come, non puoi mostrare dove”.
Il magistrato ha sottolineato che ci troviamo di fronte a una nuova situazione in cui “colui che stabilirà il precedente sarà il primo giudice che dovrà risolvere una di queste questioni”, e ritiene che i tribunali saranno piuttosto riluttanti a considerare la responsabilità aziendale in un’infezione da coronavirus, ha detto.
Da parte sua, Demetrio Fernandez y Lopez, direttore territoriale dell’Ispettorato del lavoro e della sicurezza sociale della Galizia, ha affermato che “è molto complicato – non essendo un rischio professionale – dimostrare che il contagio è avvenuto sul posto di lavoro per qualificarlo come “infortunio sul lavoro”.
Al di là di queste considerazioni, i relatori hanno convenuto che la casistica sarà determinante nell’analisi giuridica di tutti questi casi. Hanno anche affermato che l’Ispettorato del lavoro svolgerà un ruolo essenziale in questi eventi.

Al termine della riunione, l’amministratore delegato di Alkora, Julio Santos, ha sottolineato che nel rinnovo dell’assicurazione di responsabilità civile per amministratori e dirigenti (D&O), le compagnie di assicurazione stanno modificando le condizioni.
Ha affermato che “stanno introducendo esclusioni dal rischio di pandemie” e, quindi, “un rischio che è stato incluso fino ad ora, verrà escluso”.

contagio da Covid-19