Superdivorzio Allianz-Santander

Alla fine è arrivato il divorzio miliardario tra Banco Santander e Allianz . Dopo una lunga trattativa, Banco Santander ha raggiunto un accordo per la conclusione della partnership tra Banco Popular Espanol e Allianz riguardante la distribuzione esclusiva di alcuni prodotti. Come parte dell’accordo, Banco Santander pagherà 936,5 milioni di euro per acquistare la quota del 60% di Allianz in Allianz Popular e terminare così l’accordo relativo alla distribuzione esclusiva di alcuni prodotti assicurativi del ramo danni attraverso la rete Banco Popular.
L’accordo riguarda anche diversi prodotti non assicurativi e piani pensionistici gestiti attraverso Banco Popular. Così termina una dura trattativa tra i due gruppi dopo che un anno fa, il 3 luglio 2018, Santander annunciò la rottura dell’accordo. Secondo le stime fatte dalla banca spagnola guidata dall’amministratore delegato José Antonio Álvarez Álvarez, l’accordo creerà un leggero aumento dell’Eps e farà salire il rendimento del capitale investito a oltre il 10%. Dovrebbe inoltre avere un impatto sul capitale fully-loaded Cet1 pari a -0,08%.

Stando al deal raggiunto, Aegon , il partner assicurativo di Santander in Spagna, dovrebbe acquisire il 51% del business assicurativo vita di Ap Life e il 51% del business assicurativo danni proveniente dalla rete Banco Popular, che non sarà trasferito a Mapfre a seguito del completamento dell’accordo.
Mapfre acquisirà così sia il 50,01% del business assicurativo autoveicoli, sia il business dell’assicurazione multirischio sia i business Sme e assicurazione Rc per imprese nella rete di Banco Santander in Spagna, secondo i termini dell’accordo. Per queste attività Mapfre diventerà partner di Banco Santander .
La conclusione dell’accordo è prevista per il primo trimestre del 2020 ed è soggetta all’approvazione delle autorità di regolamentazione. La mossa segna un altro passo nel consolidamento di Banco Popular, che aveva collaborato con l’assicuratore tedesco prima che Santander lo acquistasse nel 2017. La scorsa settimana la banca spagnola ha concordato con i sindacati di tagliare 3.223 posti di lavoro nel paese come parte dell’integrazione della banca. Allianz rimarrà comunque attiva in Spagna e rimarrà comunque il più grande assicuratore europeo grazie alla gestione di circa 7 miliardi di euro di attività al di fuori della joint venture Allianz Popular, anche se dopo la mossa di ieri i tedeschi usciranno per la prima volta da anni dalla top 10 dei maggiori assicuratori Vita in Spagna. Nel 2018, ha raccolto circa 700 milioni di euro di premi attraverso le sue attività dirette, il doppio dei 362 milioni di euro delle polizze che hanno interessato Allianz Popular. Tuttavia, va ricordato che Allianz ha un budget annuale per acquisizioni di circa 1,5 miliardi di euro e non è escluso che in futuro potrà usarli per acquisire nuove quote di mercato.
Allianz e Banco Popular avevano creato la joint venture per vendere assicurazioni sulla vita, gestioni patrimoniale, prodotti assicurativi non vita e pensioni in Spagna. Con la Banca centrale europea pronta ad estendere la propria politica monetaria a tassi di interesse negativi per il futuro prevedibile, le banche spagnole sono alla ricerca di flussi di entrate alternativi per generare profitti. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf