RASSEGNA STAMPA ASSICURATIVA 12/06/2019

logo_mf

Presentato a Venezia il progetto di restauro, valorizzazione e rilancio delle Procuratie Vecchie in piazza San Marco. Il progetto è stato commissionato da Generali allo studio David Chipperfield Architects Milano nel 2017, dopo aver ottenuto a gennaio 2019 l’autorizzazione da parte della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna, ora ha ricevuto il permesso di costruire da parte del Comune di Venezia. Per la prima volta dopo 500 anni una larga parte delle Procurati Vecchie sarà resa accessibile al pubblico. La storica sede ospiterà le attività di The Human Safety Net, l’iniziativa istituita da Generali per supportare le comunità più vulnerabili nei paesi dove il gruppo è presente.

Sono molto ingenti i danni che sta provocando al comparto agro pastorale del centro Sardegna l’invasione di cavallette che si sta verificando in un territorio di circa duemila ettari nei comuni di Ottana, Orani, Benetutti e Orotelli, in provincia di Nuoro. Le cavallette hanno trasformato i pascoli in un immenso tappeto nero e stanno divorando le foraggiere e i pascoli bradi, necessari per l’alimentazione del bestiame. La Coldiretti della provincia di Nuoro ha subito lanciato il grido d’allarme.
Nuovo focolaio di peste suina africana nella provincia meridionale cinese di Guizhou, nella città di Duyun. A confermarlo è stato il ministero dell’agricoltura e degli affari rurali cinese. Pechino ha denunciato oltre 120 focolai mortali nelle sue province, compresa l’isola di Hainan e la città di Hong Kong, da agosto dello scorso anno. In conseguenza di ciò, il governo cinese sta aumentando le importazioni di carni per far fronte alla minor produzione interna per via dei capi abbattuti: la produzione cinese di maiali quest’anno potrebbe crollare del 30% (stime Rabobank); ad aprile scorso i capi abbattuti avevano superato il milione. La Cina, va ricordato, è il più grande produttore di carne suina al mondo.
La detrazione del 19% dei premi per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulate relativamente a unità immobiliari ad uso abitativo e relative pertinenze, istituita con la legge n. 205/2017, spetta non solo per le nuove polizze stipulate a decorrere dal 1° gennaio 2018, ma anche per quelle rinnovate, a partire dal 2018 medesimo, alle stesse condizioni e ciò in quanto assimilabili alla stipula di un nuovo contratto.
È quanto si evince dalla recente Circolare n. 13/E/2019 dell’Agenzia delle entrate.

 

  • Raccolta di 164 milioni per Azimut H. a maggio
Azimut H. ha realizzato in maggio una raccolta netta positiva per circa 164 milioni di euro, raggiungendo quasi 2 miliardi da inizio anno. Nel corso del mese è stato perfezionato l’acquisto del ramo d’azienda di P&G, uno dei maggiori operatori in Italia attivi nel segmento del credito strutturato e delle Abs. A fine maggio il totale delle masse, comprensive del risparmio amministrato, ammontava a 54,6 mld. «Nonostante i mercati, la performance media ponderata netta ai nostri clienti è superiore a +4,3%, ben al di sopra dell’indice di mercato dei nostri concorrenti», ha osservato il presidente Pietro Giuliani. «Il dato positivo del mese, che ha risentito tuttavia dell’incremento della volatilità sui listini, così come del disinvestimento di un mandato con bassa redditività di un cliente istituzionale, rafforza i risultati da inizio anno».

Repubblica_logo

  • Mediobanca trova alleati a Paperopoli
Anche Paperon de’ Paperoni si è schierato a fianco di Mediobanca, nell’ultima assemblea di Generali: il pacchetto — poco più che simbolico, solo 4.873 azioni — del trust che gestisce il fondo pensioni Walt Disney ha votato a favore della lista presentata da Piazzetta Cuccia per il rinnovo del cda. Il verbale dell’assemblea, appena depositato, contiene molte conferme, a partire dal sì alla lista principale (oltre che di Caltagirone, Del Vecchio e De Agostini) della stragrande maggioranza dei fondi BlackRock presenti. Scontata l’adesione di alcuni top manager Generali titolari di azioni, insieme alla Cassa di previdenza degli agenti Generali. Anche alcuni fondi di Fidelity investment trust hanno preferito la lista Mediobanca rispetto a quella Assogestioni, così come ha fatto il fondo pensione dei dipendenti federali americani, la Cassa dei ragionieri e quella Forense, che ha l’1% di Generali. Insieme alla People’s Bank of China, alla Bank of Korea e alla Bank of Botswana, hanno dato fiducia al management anche la Fondazione Crt (1,64% del capitale) e all’Inv A.G. (Investimenti assicurazioni Generali) che ha l’1,33% della compagnia.

corsera

  • Prima vittima sul monopattino. Ora Parigi insorge: «Vietateli»
Un ragazzo di 25 anni che andava in trottinette nel quartiere della Goutte d’Or non ha rispettato la precedenza a destra ed è stato investito in pieno da un furgone. Il conducente è stato fermato e sottoposto alle analisi per verificare se ci fossero tracce di alcol o sostanze stupefacenti nel sangue, ma è stato scagionato. Dopo lo scontro la vittima ha subito un arresto cardio-circolatorio ed è poi morto in ospedale. L’incidente nasce da un’infrazione, che forse non sarebbe stata letale in auto o in moto, che prevede l’obbligo del casco. Torna così in discussione il ruolo dei monopattini elettrici, la grande novità della mobilità urbana nell’ultimo anno a Parigi, accusati di essere troppo veloci (25 km/h), numerosi, invadenti, antiestetici perché spesso abbandonati sui marciapiedi, pericolosi per i passanti e (soprattutto, dicono al pronto soccorso) per chi li guida. «Tra le vittime dei monopattini, nove feriti su 10 che arrivano da me sono guidatori, uno su 10 è un passante. Nasi e mascelle rotte, denti spezzati. Chi sale su quei mezzi dovrebbe assolutamente portare il casco», dice il dottor François Lecomte, medico al pronto soccorso dell’ospedale Cochin. Le ultime misure che entreranno in vigore a inizio luglio obbligano i gestori a limitare la velocità a 20km/h al massimo, e i clienti a parcheggiare i monopattini non più sui marciapiedi ma per strada, nelle aree riservate a bici e moto o tra un’auto e l’altra. Un riordino complessivo arriverà forse con la legge sulle mobilità, attesa per dopo l’estate, e che potrebbe servire da modello per altri Paesi.

  • Pensioni, domande al 30% Crescono i risparmi possibili
Sono oltre 101mila le domande di pensionamento anticipato accolte dall’Inps nei primi quattro mesi della nuova era «Quota 100». Si tratta di appena un terzo della platea ipotizzata dal governo (330mila) al momento del varo del decretone di gennaio. Il dato va letto al netto delle uscite del comparto scuola (circa 27mila) e delle 127mila richieste ancora in giacenza, ovvero al vaglio di ammissibilità e quindi non necessariamente tutte «bocciabili». Il bacino comprende i pensionamenti anticipati con 43 anni e un mese di contributi (fino al 2026 è sospeso l’adeguamento di questo requisito alla speranza di vita), i precoci, Opzione Donna e Ape sociale. Per «quota 100» e «canale contribuivo» le “istanze” approvate sono state fin qui 84mila.

 

  • Pressione sul capitale, assicurazioni pronte a rivedere i portafogli
I tassi bassi, in alcuni casi negativi, rischiano di aver un impatto sulla Solvency dei gruppi. La ragione? Il tema è piuttosto tecnico ma per capirne l’impatto è necessario tenere conto di un indicatore di cui l’Eiopa, la vigilanza europea del settore, dà mensilmente conto: il risk-free interest rate. Un curva fondamentale per il calcolo dell’indicatore di solidità delle società. Di norma sono due le finestre chiave utili ad aggiornare la Solvency, ossia quella di fine anno e quella del 30 giugno. Anche quelle intermedie, però, hanno il loro significato poiché danno conto di una tendenza che, se confermata nel lungo periodo, può imporre degli aggiustamenti. Così, a quanto si apprende, il risk-free interest rate di maggio dovrebbe essere quasi 60 punti base inferiore a quello di dicembre. In particolare, il tasso a 10 anni con il volatility adjustment già applicato era pari a 0,97 a fine 2018 mentre a maggio risulta sceso a 0,38. Senza il volatility adjustment il dato sarebbe passato da 0,73 a 0,24. Valori che vanno di fatto a impattare sul calcolo della Solvency poiché un tasso di sconto basso implica un aumento delle riserve, salvo che non ci sia una sovrapposizione perfetta tra la durata delle passività e degli attivi.

 

  • Banca Generali, ora guarda alla filiale in Svizzera di Saxo Bank
Banca Generali accelera sugli investimenti in Svizzera e tratta l’acquisto di Saxo Bank a Zurigo. Secondo le indiscrezioni discussioni sono in corso per rilevare la controllata della banca danese tra i Cantoni: un veicolo che consentirebbe di ottenere la licenza bancaria al gruppo guidato da Gian Maria Mossa. Il dossier è parte della strategia di Banca Generali tra i Cantoni: lo stesso amministratore delegato Mossa ha manifestato l’intenzione di esportare il modello di business nel private banking in territorio elvetico, dove Banca Generali ha già acquisito nei mesi scorsi il wealth manager Valeur. L’accordo più probabile sarebbe appunto con Saxo Bank, banca danese presente con una propria controllata in Svizzera. L’intesa sarebbe probabile per due ordini di motivi: in primo luogo Saxo ha stretto ormai da tempo buone relazioni con Banca Generali. In secondo luogo la controllata svizzera di Saxo Bank ha la licenza bancaria ed è un veicolo al momento utilizzato dall’istituto danese per sviluppare il solo business del trading. Quindi non si accompagna a masse gestite.
  • Azimut. Raccolta maggio a 164 milioni
Azimut ha registrato nel mese di maggio 2019 una raccolta netta positiva per 164 milioni, raggiungendo così quasi 2,0 miliardi da inizio anno. Nel corso del mese si è perfezionato l’acquisto del ramo di azienda di P&G SGR, uno dei maggiori operatori in Italia attivi nel segmento del credito strutturato e Abs.

insurancejournalgrande

La trasformazione digitale del settore assicurativo non è più realtà solo per le startup assicurative.
In Allstate, il 60% delle richieste di risarcimento sono ora presentate tramite una app che consente agli assicurati di scattare foto dei danni.
Farmers Insurance utilizza foto ad alta risoluzione per facilitare le stime del perito liquidatore.
CSAA Insurance ha stipulato un accordo con Owl Cameras Inc. che gli permetterà di collocare videocamere nei veicoli degli assicurati per registrare gli incidenti e avviare il processo di risarcimento.
I consumatori chiedono la liquidazione dei sinistri veloce e il miglioramento del servizio clienti.

Handelsblatt

 

Daniel Schreiber è un veterano esperto della Tech. Prima di fondare Lemonade ha avuto ruoli manageriali in Powermat e Scandisk. Ma, parole sue, nessuna esperienza e nessun know how assicurativo. In un’intervista all’Handelsblatt parla dei piani di espansione in Europa e di come le assicurazioni devono reinventarsi.