Lesioni personali lievi, libero accesso agli atti

di Stefano Manzelli

Libero accesso agli atti dei sinistri senza il nulla osta dell’autorità giudiziaria anche in caso di lesioni personali lievi. Solo in caso di decesso, di commissione di un reato o di un sinistro con prognosi superiore a 40 giorni servirà ancora il preventivo nulla osta della magistratura. Lo ha chiarito la procura della repubblica di Pistoia con la circolare n. 486 del 5 aprile 2019. L’art. 11 del codice stradale prevede l’accesso agli atti del sinistro. Ma in caso di lesioni personali occorrere sempre il nulla osta della procura. Eccetto nel caso di lesioni lievi, fino a 40 giorni di prognosi. In questo caso la polizia giudiziaria non dovrà richiedere nulla e attivare l’accesso agli atti degli interessati.
Resta la necessità di una specifica autorizzazione solo nelle ipotesi più gravi, specifica la nota toscana.
Ovvero di decesso, prognosi superiore a 40 giorni oppure se l’incidente con feriti, a prescindere dalla prognosi, abbia attivato anche una comunicazione di notizia di reato da parte delle forze di polizia. Ad esempio per guida alterata. La richiesta di accesso potrà essere presentata dalle persone coinvolte oppure da un difensore o da un delegato.
© Riproduzione riservata

Fonte:
logoitalia oggi7