La mutua francese rimborserà il dentista

Ma anche le spese audio e ottiche

di Marta Olivieri
Le protesi acustiche potranno essere rimborsate al 100% fino a un valore massimo di 950 euro per ciascun orecchio
A partire dal 2021 i francesi potranno farsi rimborsare dalla mutua il 100% delle spese sostenute per le protesi uditive e dentarie. Già dall’anno prima, il 2020, il rimborso totale sarà previsto già per gli occhiali. Nei giorni scorsi sono stati raggiunti accordi in questo senso con le associazioni di categoria di dentisti, audioprotesisti e ottici, dopo trattative che avevano portato numerosi sindacati a sbattere la porta, all’inizio di maggio, secondo quanto ha riportato Le Figaro. Con questo provvedimento, il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron concretizza una delle promesse della sua campagna elettorale in favore dei meno abbienti, che spesso rinunciano alle cure perché non possono permettersele. Le protesi acustiche, ad esempio, sono molto care, e grazie a questo accordo gli anziani potranno chiedere il rimborso totale degli apparecchi fino a 950 euro per ciascun orecchio. Sono compresi anche gli intra auricolari, più piccoli rispetto agli ausili più grossi che si mettevano un tempo dietro le orecchie. Le protesi acustiche potranno essere cambiate ogni quattro anni. Comunque, i professionisti del settore potranno continuare a proporre anche audioprotesi più costose ai pazienti disposti a spendere per avere maggior comfort ed estetica.
L’accordo trovato con gli ottici prevede che a partire dal 2020 gli occhiali con lenti di qualità, e una montatura del costo di circa 30 euro, potranno essere rimborsati integralmente. E ogni due anni sarà possibile cambiarli.
© Riproduzione riservata
Fonte: