Generali Italia: con Poste nessun accordo, il ruolo degli agenti resta centrale

Generali Italia comunica, nella lettera di risposta dei vertici del Leone al Gruppo Agenti Generali Italia (al centro della discussione del Consiglio Direttivo del Gruppo Agenti), “che allo stato non vi è alcuno specifico accordo con Poste Italiane”.

“Vi confermiamo che non è intenzione della compagnia disattendere accordi in essere né snaturare il ruolo centrale che abbiamo riservato agli agenti, proprio in funzione del valore rappresentato dalla vostra professionalità e competenza consulenziale”, si legge nella lettera a firma dei vertici di Generali Italia, che continua nel sottolineare che qualora il dialogo con Poste Italiane dovesse sfociare in un accordo sarà premura e compito della compagnia avviare i canali principali di comunicazione con gli agenti.

La comunicazione firmata dal group ceo della compagnia Philippe Donnet e dall’amministratore delegato e country manager Marco Sesana fa seguito alla missiva che i rappresentanti degli agenti avevano inviato agli stessi vertici per avere delucidazioni, in seguito alle voci sulle trattative in corso tra la compagnia triestina e Poste Italiane per siglare una partnership nel ramo Rca e danni.