Accordo Axa-Ing per polizze targate su misura

Coinvolti 13 milioni di clienti, fra cui l’Italia. Le polizze via app sono incentrate sullo stile di vita delle persone e permettono di poter anche controllare meglio la loro situazione finanziaria. Axa ha appena lanciato anche in Italia la prima assicurazione per il trasporto aereo che opera via blockchain
di Elena Dal Maso
Il gruppo olandese Ing e i francesi di Axa hanno siglato una partnership digitale per la realizzazione di una piattaforma assicurativa a livello globale. Si tratta di un accordo di bancassicurazione esclusiva, multi-Paese e di lungo termine, per fornire prodotti assicurativi e i relativi servizi attraverso una piattaforma digitale centralizzata. Ing metterà a disposizione la sua esperienza di banca digitale e Axa il suo track record nell’offerta di servizi e prodotti assicurativi nel settore danni, ai beni e alle persone.
In questo senso le polizze sono rivolte ai clienti di Ing (13 milioni di persone) in 6 dei suoi mercati ritenuti importanti: Italia, Germania, Francia, Repubblica Ceca, Austria e Australia. I due gruppi svilupperanno poi insieme prodotti e servizi assicurativi personalizzati per la propria clientela, accessibili attraverso l’app mobile di Ing, per andare incontro alle esigenze legati ai concetti di Living, Mobility e Wellness.
Ralph Hamers, amministratore delegato del gruppo Ing, ha spiegato che “la partnership con Axa fa parte del progetto di realizzare una piattaforma di servizi bancari centrata sui clienti, che rappresenti un punto di riferimento per le loro esigenze finanziarie. Aggiungere prodotti di protezione personale guidati dal ciclo di vita delle persone ci permette di soddisfare le loro crescenti necessità e consente loro di essere un passo avanti e di controllare al meglio la propria situazione finanziaria”.

Questa iniziativa contribuisce anche a rafforzare il nostro impegno per la diversificazione dei ricavi. Siamo lieti di iniziare questo percorso con AXA con cui condividiamo la stessa visione. Crediamo anche che, grazie alle nostre capacità di banca leader nei servizi bancari digitali e all’esperienza di AXA nei servizi assicurativi, saremo capaci di realizzare una piattaforma internazionale di grande valore per i nostri clienti”.
Dal canto suo, Thomas Buberl, ceo di Axa , ha detto che il gruppo francese intende “far leva sulla nostra expertise digitale e le nostre risorse innovative per offrire un’esperienza cliente differenziante e soddisfare le esigenze di protezione dei clienti Ing”. In questo modo Axa intende “accelerare la crescita in Europa e costruire soluzioni e servizi assicurativi innovativi che possano creare interazioni più frequenti con i clienti”.
Non a caso Axa ha appena lanciato l’assicurazione via blockchain per i viaggiatori. Se l’aereo ritarda di più di due ore l’atterraggio, scatta il rimborso automatico grazie alla tecnologia blockchain. È il servizio Fizzy, la prima polizza sul trasporto aereo basata sulla tecnologia della “catena di blocchi”, che garantisce la certificazione delle transazioni online grazie a un sistema di autorizzazioni distribuite, e che impedisce così le frodi.
La polizza copre oltre 800 mila voli, ovvero le principali tratte europee e internazionali da e verso gli aeroporti di Milano Linate, Milano Malpensa, Bergamo Orio Al Serio, Roma Fiumicino e Roma Ciampino. La novità è che il rimborso scatterà in automatico, non appena l’aereo sarà atterrato, e indipendentemente dal motivo del disagio: che si tratti di condizioni meteo avvverse, di guasti o altro, i soldi torneranno nel conto virtuale del passeggero grazie alla blockchain.

Fonte: logo_mf