Responsabilità del condominio

94

IL VOSTRO QUESITO

Nel corso di una assemblea condominiale, su specifica richiesta di un condomino (che ha i requisiti tecnici per motivare la sua segnalazione essendo laureato in ingegneria), si verbalizza lo stato fatiscente di un manufatto in muratura adibito a deposito immondizia che rischia di crollare e ne chiede l’abbattimento.
L’assemblea decide di ignorare la richiesta e di ciò si da atto nel verbale assemblee.
In caso di danno che arrechi danni a cose o persone, la compagnia assicuratrice con polizza globale fabbricati, può respingere il sinistro per mancanza del requisito di accidentalità (visto che tale requisito è previsto dall’oggetto dell’assicurazione) e che il condominio era al corrente della possibilità di accadimento del danno?
La responsabilità civile ed il conseguente indennizzo ricade in eguale misura e solidalmente su tutti i condomini o è esentato dall’indennizzo la persona che aveva chiesto e motivato l’abbattimento del manufatto?
La responsabilità penale ricade sull’amministratore (visto che non può essere imputata ad un soggetto giuridico)?

L’ESPERTO RISPONDE

CONTENUTO A PAGAMENTO Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati a QUOTIDIANONon sei abbonato?

Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati
SHARE