Direttiva distribuzione: la Francia chiede più tempo

Il 23 febbraio 2018 è la data entro cui dovrà essere trasposta la nuova Direttiva sulla distribuzione assicurativa.
Tuttavia, diverse associazioni di categoria francesi (AGEA, l’ANACOFI, la CNCGP, la CSCA Planète Courtier) hanno chiesto – secondo quanto riporta l’Argus – in una missiva comune ai 4 deputati francesi della  Commissione degli Affari Economici e Monetari del Parlamento europeo una possibile dilazione.

Le argomentazioni sono la difficoltà di pianificare i necessari cambiamenti tecnici e organizzativi senza conoscere il contenuto finale degli atti delegati, che si presume entreranno in vigore non prima dell’autunno, lasciando quindi troppo poco tempo agli Stati membri per la trasposizione nei tempi previsti. Troppi infatti sono i cambiamenti previsti dalla nuova direttiva, che vanno dal dovere di consulenza, alla governance e alla sorveglianza sui prodotti, dalla gestione dei conflitti di interesse alla formazione …

La lettera è stata accompagnata da un documento di 9 pagine contentente le preoccupazioni degli intermediari sul parere tecnico dell’Eiopa alla Commissione sugli atti delegati e chiede espressamente ai deputati francesi di prendere i dovuti contatti con la Commissione per chiedere un rinvio della trasposizione. Nella stessa lettera ricordano che la situazione sarebbe ancora più difficile se gli atti delegati prendessero la forma di un regolamento esecutivo e non di una direttiva da trasporre, perché allora non sarebbe più possibile adattarla alla situazione nazionale.