Cyber attacchi al credito, la Bce ora vuole i dati dei grandi gruppi europei

di Massimo Sideri
È il febbraio del 2016 quando un anonimo impiegato di Deutsche Bank più pignolo si insospettisce per un errore disgrafico («fandation» al posto di «foundation» ) all’interno di un’operazione online ufficiale