Cattolica soffre l’accordo su Vicenza

di Valerio Testi
Cattolica assicurazioni in calo del 2,2% a 7 euro. Secondo Equita (target price 8 euro) il salvataggio della Popolare di Vicenza conferma l’incertezza che grava sull’opzione put (diritto a vendere) esercitata dalla compagnia veronese sulle joint venture di bancassurance. Equita ricorda che Cattolica vanta un credito verso Pop. Vicenza superiore a 190 milioni, che risulta dall’esercizio della put. Mentre un’altra incognita è rappresentata della partecipazione di Pop. Vicenza in Cattolica, pari al 9% del capitale della compagnia (in riduzione rispetto al precedente 15%). Il parere dell’esperto è che l’intervento di Intesa San Paolo azzeri le chance che la compagnia possa rimanere partner dell’istituto di Vicenza nella bancassurance. Il contributo delle joint venture all’utile di Cattolica era stato di circa 7 milioni nel 2015; per contro Cattolica non ha esposizioni significative ai subordinati della Popolare. Intanto Cattolica ha aggiornato la situazione di acquisto azioni proprie comunicando di avere in portafoglio il 3,67% del capitale.
Fonte: logo_mf