Il nuovo piano industriale di Unipol

Compagnie

Dal raffronto con il Piano precedente emergono molte positività per
il comparto assicurativo. Qualche ombra negli altri settori. Il nuovo
Piano pare realistico e concreto. Il management di Unipol può dire di
aver compiuto la mission quasi impossibile iniziata nel 2013

Autore: Fausto Panzeri
ASSINEWS 276 – giugno 2016

Il 13 maggio il gruppo Unipol ha presentato il nuovo piano industriale per il triennio 2016-2018, comunicando, al tempo stesso, i risultati del primo trimestre 2016.
A tutti i giornalisti e analisti finanziari è stata consegnata un’ampia documentazione sui risultati del triennio precedente (2013-2015), e sulle strategie che il management sta intraprendendo per conseguire gli obiettivi del nuovo Piano. Prima di entrare nel merito delle voci più significative ci pare opportuno dare qualche chiarimento sulla struttura del gruppo Unipol, che viene spesso indicato, e talora confuso, con UnipolSai che resta, senza dubbio, la società più importante tra quelle appartenenti al gruppo. CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati