Le istruzioni dell’IVASS in ordine alla dematerializzazione contrassegni e documenti assicurativi

Di Lucio Berno

L’IVASS è stata costretta ad emanare una importante circolare (la n. 1 del 1° giugno 2016) in tema di dematerializzazione dei contrassegni e più in generale dei documenti contrattuali.

Eravamo rimasti che non serviva più esporre sul parabrezza del mezzo il tagliando dell’assicurazione in quanto le forze dell’ordine erano in grado di verificarne la copertura attraverso una banca dati aggiornata sempre in tempo reale.

In realtà le cose forse non stanno proprio cosi.  Permane comunque l’obbligo di presentare a richiesta delle forze dell’ordine il certificato assicurativo.  E questo perché la riforma sta mostrando una serie di criticità, tanto che l’IVASS ha ricevuto molteplici segnalazioni da parte delle stesse forze dell’ordine in tema di controllo della validità della copertura.

E’ capitato e continua a capitare infatti che veicoli vengano sequestrati perché il Portale dell’Automobilista una volta interpellato comunichi l’assenza di copertura del veicolo una volta superata la data di scadenza non potendo essere a conoscenza di eventuali proroghe di copertura ben oltre i 15 giorni.

Con il solo scopo di evitare inutili contenziosi con gli automobilisti l’IVASS ha pensato di emanare una serie di istruzioni che si trovano nella circolare allegata e che ne consigliamo l’attenta lettura.

Download (PDF, Sconosciuto)

news