La gestione della sicurezza nel settore della chimica

La normativa degli agenti chimici ha subito notevoli mutamenti per l’emanazione dei Regolamenti Comunitari: 1272/08 – CLP e 1907/06 – REACH. Recente è il d.lgs. 15 /02/2016 n. 39 che modifica il d.lgs. 81/08 per adeguare l’ordinamento nazionale al contesto comunitario. Il decreto prevede la modifica di alcune definizioni (“miscele pericolose”, “agente cancerogeno” e “agente mutageno”) e delle informazioni che il produttore deve fornire al datore di lavoro; inoltre modifica gli allegati XXV e XXVI.

L’Inail ha attuato iniziative nel settore chimico di formazione, attività di studio, interventi di sostegno alle imprese. In tale contesto si inquadra anche l’Accordo Quadro tra Inail e Federchimica nel quale, in ottica prevenzionale, sono state redatte le “Linee di Indirizzo per l’applicazione di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) per l’industria chimica”.

Queste sono basate su un approccio organizzativo gestionale tipico di un SGSL ma conforme al tipo High Level Structure utilizzato per le nuove norme relative alla qualità (UNI EN ISO 9001:2015) e all’ambiente (14001:2015), così come per il progetto ISO 45001, e prendendo in considerazione le specificità produttive, organizzative e settoriali del comparto chimico.

chimica_inf

Fonte: INAIL