Indagine sulle retribuzioni dei manager bancari e assicurativi in Italia nell’anno 2014

Uilca ha presentato alla stampa il risultato di una propria ricerca sulla retribuzione dei manager bancari e assicurativi in Italia.
Si tratta di una ricerca che ha interessato 11 banche e 5 assicurazioni.

Il curatore della ricerca Roberto Telatin dell’Ufficio Studi Uilca (per la parte assicurativa i dati sono stati elaborati da Marco Agujari) afferma che: “le retribuzioni dei manager rispetto all’anno passato sono rimaste sostanzialmente stabili. Quello che impressiona è ancora il rapporto tra la retribuzione di un dipendente bancario e il compenso del CEO che è pari a 53 volte mentre nel settore assicurativo questo rapporto sale addirittura a 81 volte. Emblematici sono i casi dei CEO di Generali e UnipolSai che percepiscono 148 e 106 volte lo stipendio di un dipendente assicurativo. Per quanto riguarda i compensi dei Presidenti delle 11 banche prese in esame, continua Telatin, percepiscono 18 volte lo stipendio medio di un lavoratore bancario, con l’esclusione del Presidente MPS, Alessandro Profumo, che ha rinunciato a gran parte dei compensi. Infine l’80% dello stipendio dei Ceo nelle banche è costituita da parte fissa mentre, solo il 20% è legato ai risultati. Nelle assicurazioni, invece, solo il 56% è legato al fisso e il 44 ai risultati”.

Secondo Masi, occorre arrivare ad una autoregolamentazione degli stipendi del top management legandoli ai risultati dell’Azienda ed a programmi pluriannuali.

In allegato lo studio