Secondo pilastro informatizzato

Documentazione informativa sui fondi pensione anche su cd

 di Daniele Cirioli  

La documentazione informativa relativa ai fondi pensione può essere consegnata anche su supporto informatico (cd, chiavette di memoria usb), a condizione che resti comunque possibile e disponibile anche in formato cartaceo. Lo precisa la Covip, la commissione di vigilanza sui fondi pensione, in risposta a un quesito sull’utilizzo di supporti alternativi per la distribuzione delle note informative in merito ai Pip (piani individuali previdenziali).

Il quesito. Il quesito è stato formulato da una società istitutrice di un piano pensionistico individuale (Pip): ha chiesto alla Covip di poter utilizzare, in fase di raccolta delle adesioni, una modalità di diffusione della documentazione informativa relativa al Pip diversa da quella usualmente seguita e consistente nella consegna in formato cartaceo (cioè stampati). In particolare la società fa presente che risulterebbero comunque rispettati i principi dettati dalla disciplina in materia (regolamento) in tema di diffusione della nota informativa e di modalità di raccolta delle adesioni, precisando peraltro che il modulo di adesione continuerebbe in ogni caso a essere prodotto in forma cartacea, anche per acquisire la sottoscrizione dell’aderente. Infine, la società precisa che il supporto informatico conterrebbe, oltre ai documenti che devono essere obbligatoriamente consegnati all’atto dell’adesione, anche gli ulteriori documenti citati nella nota informativa e la cui consegna, attualmente, avviene soltanto su richiesta dell’aderente. In altre parole, aprendo alla possibilità dell’uso di supporti informatici si avrebbe una maggiore e migliore informazione dei potenziali aderenti, perché verrebbe loro consegnata pure quella documentazione che, secondo il canale tradizionale della carta, richiederebbe invece l’esplicita richiesta di consegna.

Ok ai supporti informatici. La Covip risponde affermativamente. Al fine di garantire una maggiore tutela dell’aderente, tuttavia, la Covip ritiene necessario che venga chiaramente rappresentata la duplice opzione di ottenere la documentazione in formato cartaceo ovvero su supporto informatico, con ovvia possibilità, per la rete di collocamento, di soddisfare in ogni momento entrambe le richieste (supporto informatico e carta). Infine, la Covip chiede di integrare il modulo di adesione con un’apposita sezione dedicata alla scelta della modalità con cui ricevere la documentazione informativa, rendendo chiaro, tramite specifica avvertenza, che la documentazione relativa al fondo è disponibile sul sito web della società e che una copia cartacea può essere richiesta in qualsiasi momento.