Sui contratti derivati interessante sentenza dei giudici veneziani

Una recente sentenza del Tribunale di Venezia (n. 692 del 13.4.2022) mi offre l’opportunità per alcune brevi considerazioni. I giudici veneziani, dopo aver dichiarato la nullità di due swap sottoscritti da un Comune nel 2005-2006 in quanto non conformi alla normativa pubblicistica, hanno proseguito oltre e dichiarato che, «soprattutto», i contratti in questione «sono nulli per assenza di causa e indeterminatezza dell’oggetto», perché privi dell’indicazione di «mark to market», «scenari probabilistici» e «costi impliciti».

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

Roberto Della Vecchia
professore a contratto di Diritto dei Mercati Finanziari, Università di Teramo
Partner Di Tanno Associati
Fonte: logo_mf